rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Le ipotesi

Cosa ci sarà nel primo decreto sulle bollette del governo Meloni

L'esecutivo punta a prorogare alcuni interventi in scadenza nel mese di novembre, per alleviare il peso del caro energia su famiglie e imprese. Previsto un pacchetto di misure da 4-5 miliardi

Un quarto decreto aiuti sulle bollette per prorogare alcuni interventi in scadenza nel mese di novembre 2022, per alleviare il peso del caro energia su famiglie e imprese. Su questo lavora il governo di Giorgia Meloni, predisponendo un intervento da 4-5 miliardi, finanziato in parte con l'extra-gettito di 10 miliardi lasciato in eredità dal governo Draghi per effetto delle maggiori entrate Iva. Si tratta di un provvedimento allo studio dei tecnici del ministero del Tesoro, che nascerebbe sotto forma di decreto legge aiuti-quater, visti i tre precedenti interventi dell'esecutivo Draghi che hanno movimentato in totale 61,2 miliardi di euro. Il pacchetto non dovrebbe però confluire già nel Consiglio dei ministri di venerdì 4 novembre, ma quasi sicuramente slitterà alla prossima settimana.

Il decreto del governo Meloni contro i rincari delle bollette

Il quarto pacchetto contro il caro energia ha comunque carattere d'urgenza, anche se si potrebbe sperare in una riduzione delle bollette del gas per i 7,3 milioni in regime di tutela. Le nuove tariffe saranno comunicate infatti il 3 novembre da Arera, l'autorità di regolazione per energia reti e ambiente. Ma gli altri 11 milioni del mercato tutelato per l'energia elettrica avranno una riduzione delle tariffe solo a partire dall'1 gennaio 2023: questo perché gli aggiornamenti relativi alla luce rimangono trimestrali.

Tutte le altre notizie su Today.it

Diverse ipotesi sono già allo studio. Potrebbe essere esteso a dicembre il bonus sociale per i contribuenti con un reddito basso. Al momento lo sconto sul costo dell'energia viene applicato sulla base dell'Isee, con un tetto a 12mila euro che sale a 20mila in caso di famiglie con almeno quattro figli. Il bonus arriva direttamente in bolletta, ma prima va presentato l'Isee. Proprio questo passaggio, però, potrebbe essere eliminato, in modo da rendere la fruizione dell'aiuto economico più veloce. Il decreto in questione andrebbe poi a prorogare anche per il mese di dicembre il credito d'imposta sulle spese per i consumi di luce e gas delle imprese, al momento in scadenza il prossimo 30 novembre, senza cambiarne l'impostazione.

Bollette a parte, sembra invece sfumata l'ipotesi di prorogare almeno per dicembre il bonus 150 euro, indennità prevista dal decreto aiuti-ter per chi nel 2021 ha avuto un reddito Isee non superiore a 20mila euro. Meloni intanto ha avuto un incontro nelle scorse ore con Giancarlo Giorgetti, Matteo Salvini, Antonio Tajani e Raffaele Fitto per fare un punto sulla manovra che, a quanto si apprende, "sarà ispirata a criteri di realtà e prudenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa ci sarà nel primo decreto sulle bollette del governo Meloni

Today è in caricamento