Domenica, 11 Aprile 2021
Italia

Mascherine e disinfettanti, ora il governo cambia il prezzo di vendita

Sanzioni per chi vende le mascherine a oltre 1,5 euro. Lo si legge nelle proposte dell'esecutivo contenute nella bozza del decreto Rilancio. Prezzo massimo imposto anche per gel e liquido disinfettante

Ci sarà un tetto ai prezzi di vendita di mascherine e disinfettanti. Lo si legge nelle proposte del ministero dello sviluppo economico al decreto Rilancio al fine di favorire "il massimo accesso ad alcuni prodotti utili alla prevenzione e contrastare eventuali dinamiche speculative".

Secondo quanto si legge nel testo del documento di lavoro dell'esecutivo, la proposta impone un massimo di prezzo di vendita pari a:

  • le mascherine chirurgiche non dovranno costare oltre 1,5 euro;
  • le FFP2 senza valvola 5,75 euro, mentre con valvola non oltre 6,50;
  • le FFP3 senza valvola andranno vendute a 6 euro al massimo e con valvola a 9,50.

Inoltre viene proposto un tetto di vendita anche per i gel igienizzanti:

  • un litro di disinfettante liquido a base di ipoclorito di sodio dovrà essere venduto al prezzo massimo di 7,20 euro; 500 ml a 4,80 e 250 ml a 3,80 euro.
  • il gel disinfettante a base alcolica non dovrà costare più di 6,40 euro il flacone da 250 ml e 3,45 per la confezione da 80 ml.
  • un flacone da un litro di soluzione liquida disinfettante a base alcolica non potrà superare i 2,15 euro.

In base alla proposta si dovrebbe introdurre l'obbligo temporaneo (sino alla cessazione dello stato di emergenza) in capo ai produttori di mascherine nonché dei disinfettanti ed igienizzanti a base idroalcolica di indicare il prezzo massimo di vendita consigliato. In caso di importazione, il prezzo massimo consigliato è indicato dall'importatore.

Si prevede per le violazioni una sanzione amministrativa e la sospensione dell'attività di vendita con la revoca dell'autorizzazione all'apertura. Ai Comuni sono demandate le attività di vigilanza e potranno trattenere il 70% dei proventi delle sanzioni accertate dalla Guardia di Finanza.

L'Iss: "Sì alle mascherine fatte in casa, purché multistrato" 

Sempre per favorire l'uso dei dispositivi di protezione sarà consentita la vendita al dettaglio di mascherine chirurgiche, di dispositivi di protezione individuale" e di diverse tipologie di mascherine filtranti "anche in assenza degli imballaggi di riferimento, con le opportune cautele igieniche e sanitarie, poste a carico del venditore.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mascherine e disinfettanti, ora il governo cambia il prezzo di vendita

Today è in caricamento