rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
L'intesa

Di Maio ha firmato un nuovo accordo per il gas

L'intesa con il Congo punta ad aumentare le forniture dirette verso l'Italia, pari a ulteriori 5 miliardi di metri cubi di gas l'anno. Ieri era stato siglato un altro accordo con l'Angola per il via libera ad una joint-venture indirizzata alla produzione di materie prime

C'è un nuovo accordo del governo italiano sul fronte degli approvvigionamenti di gas. Per ridurre la dipendenza energetica da Mosca dopo l'invasione dell'Ucraina, è stata firmata un'intesa con il Congo che punta ad aumentare le forniture di gas dirette verso l'Italia, pari a ulteriori 5 miliardi di metri cubi di gas l'anno. Ieri era stato siglato un altro accordo con l'Angola per il via libera ad una joint-venture indirizzata alla produzione di materie prime, come petrolio, gas naturale e gas naturale liquefatto, con una spinta anche sul fronte delle rinnovabili. Assente il primo ministro Mario Draghi a causa del covid.

Gas: l'accordo dell'Italia con il Congo

Il governo italiano era rappresentato dai ministri degli Esteri Luigi Di Maio e della transizione ecologica Roberto Cingolani, insieme all'amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi. "L'aggressione russa ai danni dell'Ucraina ha portato un Paese come l'Italia a diversificare le fonti di approvvigionamento energetico", ha sottolineato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio dopo la firma dell'accordo.

"Ringrazio il presidente del Consiglio Draghi per aver voluto questa missione. Si tratta di un obiettivo prioritario dell'Italia, in quanto richiede uno sforzo collettivo di tutto il governo per ridurre la dipendenza energetica da un solo Paese", ha concluso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Maio ha firmato un nuovo accordo per il gas

Today è in caricamento