Venerdì, 30 Luglio 2021
Economia

Disdire l'abbonamento a Fastweb: come fare

Ecco regole, tempi e modalità, da seguire per "lasciare" una delle compagnie telefoniche più usate dagli italiani

Foto di repertorio

Per disdire un abbonamento a Fastweb occorre inviare, tramite raccomandata con avviso di ricevimento, il modulo di disdetta che si può scaricare dal sito web https://disdetta.net/modulo-disdetta-fastweb

La disdetta può essere esercitata in qualsiasi momento e qualunque sia stato il modo con cui il contratto è stato stipulato (via internet, per telefono, tramite un addetto alle vendite) ma il modulo da scaricare, compilare e spedire varia in base a due possibili circostanze:
recesso entro 14 giorni dalla stipula del contratto,
- disdetta ordinaria.

Quale che sia la circostanza della disdetta, nel modulo occorre indicare i propri dati anagrafici ed il numero del contratto che si intende interrompere. E occorre anche inviare in allegato una fotocopia fronte/retro del documento di identità dell’abbonato che chiede la disdetta (il documento non deve essere scaduto).

La disdetta deve essere data con almeno 30 giorni di anticipo, il servizio proseguirà quindi per i 30 giorni successivi e dovrà essere pagato l’importo relativo a quel periodo di tempo. 

La disdetta comporta un costo che varia dagli 86 ai 96 euro a seconda del fatto che l’ex abbonato utilizzasse apparecchiature Fastweb, come il modem, di cui aveva comprato la proprietà o di cui invece disponeva in comodato gratuito, cioè in prestito. In quest’ultimo caso, le apparecchiature vanno restituite a Fastweb entro 45 giorni dal momento in cui l’abbonamento è stato effettivamente disattivato.

Per la restituzione delle apparecchiature normalmente è la stessa Fastweb a fornire tramite mail o sms l’indirizzo a cui spedirle e il codice di convenzione da utilizzare presso Poste Italiane. Se non si riceve nessuna comunicazione in tal senso è bene chiamare il numero 02-45400126 dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 18:00 o contattare Fastweb sulle pagine ufficiali di Fastweb su Facebook e Twitter. Dopo aver provveduto alla spedizione è meglio  inviare tramite fax la distinta di spedizione, così da non incorrere in problemi se la riconsegna dovesse avvenire in ritardo.

La mancata riconsegna entro 45 giorni comporta penali dai 10 ai 110 euro (a seconda dell’apparecchiatura da restituire) e per evitare di doverle pagare, ove ogni altro tentativo di restituzione sia stato infruttuoso, si può provvedere alla restituzione a proprie spese all’indirizzo Sda Courier spa – Via Pisacane 1, 20068 Peschiera Borromeo (Milano).

La disdetta non serve se si passa ad altro operatore delle telecomunicazioni, perché sarà quest’ultimo a provvedere alle comunicazioni necessarie a Fastweb. Chi cambia operatore deve semplicemente fornire al nuovo operatore scelto il proprio codice di migrazione, che trova nelle bollette spedite da Fastweb alla sezione “codice migrazione” (di norma a pagina 2 della bolletta stessa). Anche nel caso di cambio di operatore vi sono dei costi per l’addio a Fastweb, che variano da 42 a 52 euro a seconda del fatto che le apparecchiature utilizzate per l’abbonamento siano di propria proprietà o invece fornite in comodato d’uso da Fastweb.

La raccomandata di disdetta va spedita all’indirizzo Fastweb S.p.A., Servizio Clienti, Casella postale 126,  20092, Cinisello Balsamo (Milano). Allo stesso indirizzo si possono spedire anche reclami, non solo mentre si è abbonati a Fastweb ma anche nel caso in cui a seguito di disdetta venisse richiesto di pagare penali che non si ritiene di dover pagare (tipicamente nel caso in cui venisse contestata la mancata restituzione per tempo delle apparecchiature e si volesse far notare che invece la restituzione è stata intrapresa). 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disdire l'abbonamento a Fastweb: come fare

Today è in caricamento