Sabato, 15 Maggio 2021
Palermo

Disneyland in Italia, il grande sogno e le prime conferme: "Vertice tra pochi giorni"

Trattative sulla possibilità di aprire un parco divertimenti a tema Disney a Termini Imerese, Palermo

Un sogno che potrebbe diventare realtà. L'idea di un parco divertimenti a tema Disney a Termini Imerese, a due passi da Palermo, è stata rispolverata in queste ore dall'assessore regionale all'Economia, Gaetano Armao. Tra pochi giorni - scrive PalermoToday - è previsto un incontro con i vertici della Walt Disney per riaprire il dialogo interrotto bruscamente qualche anno fa sulla costruzione di un parco divertimenti a Termini Imerese.

Disneyland a Termini Imerese, Palermo

L'appuntamento è previsto per i primi giorni di maggio. "Diremo loro che la Sicilia è disponibile e aperta agli investimenti - ha detto Armao, ospite di un forum nella sede dell’Agenzia Italpress -.  Stiamo tentando di riaprire il dialogo interrotto qualche anno fa". Così Armao, che ha confermato la volontà governativa di riaprire la negoziazione con lo Stato, di far valere la condizione d’insularità e di avviare la Sicilia verso la strada della totale autonomia digitale. Ha espresso soddisfazione anche il sindaco di Termini, Francesco Giunta, dopo l'annuncio dell'assessore Gaetano Armao: "Termini Imerese adesso torna sperare - ha detto -. Non possiamo che essere felicissimi per la notizia della possibile realizzazione di un Parco Disney".

Il precedente - Un parco Disney a Termini Imerese, "Ma la Regione ha fatto sfumare tutto"

L’ipotesi era già stata avanzata nel 2013, quando la Walt Disney avrebbe contattato la Regione con l'idea di costruire un parco divertimenti a Termini Imerese. “Peccato che di questa opportunità nessuno sapesse nulla”, denunciò poi il candidato sindaco di Termini per il Movimento 5 stelle Luigi Sunseri, con tanto di richiesta di accesso agli atti dei deputati Cinquestelle all’Ars: ”Né la Regione né l’amministrazione termitana, quest’ultima guidata dal sindaco uscente Burrafato, informarono sindacati, parti sociali e cittadinanza”. Un "mistero" reso ancora più fitto da una lettera giunta alla redazione di PalermoToday il 28 marzo 2013 che raccontò come si sarebbero svolti i fatti. Fatti che, è bene precisarlo, risalgono al febbraio 2013, quando il vice presidente di Disney Media+, Jay Visconti, con una missiva indirizzata al segretario regionale della Regione, la dottoressa Monterosso, confermò la disponibilità per un incontro conoscitivo.

Il precedente/2 - Il mistero del parco Disney a Termini, Monterosso smentisce: “Nessuna proposta”

Ecco la sintesi di quella misteriosa lettera: "Il numero due di Disney - scriveva un lettore - nel 2013 voleva incontrare Crocetta per trovare un'intesa su un loro investimento da 750 milioni di euro nella zona di Termini Imerese per la creazione di un parco ufficiale Disney. Ma il presidente Crocetta troppo impegnato - continua - delegò una sua vice. Questa brillante nostra rappresentante ha fatto attendere i capi di Disney per mezzora e dopo ha iniziato la conversazione in questa maniera: 'allora signori cosa ci offrite?'. Dopo l'attimo di meraviglia da parte di Disney, uno dei suoi rappresentanti ha chiamato la segretaria di Crocetta 'signora' e non dottoressa come lei pretendeva di essere chiamata, quest'ultima s'è indispettita e il minuto seguente, dopo essere stata chiamata dalla sua collaboratrice, ha abbandonato momentaneamente la conversazione tra lo stupore dei rappresentati Disney. I quali dopo qualche minuto di attesa si sono alzati e hanno abbandonato l'ormai disastroso colloquio".

La redazione di PalermoToday all'epoca dei fatti provò ad ottenere delle repliche sia dalla Regione che dal sindaco di Termini Imerese dell'epoca, Burrafato. Ma l'incontro è stato sempre negato. Adesso però le parole di Armao hanno rispolverato il sogno di un parco divertimenti nel Palermitano.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disneyland in Italia, il grande sogno e le prime conferme: "Vertice tra pochi giorni"

Today è in caricamento