rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Le cose da sapere

L'ecobonus auto è stato rifinanziato: come ottenerlo e per quali veicoli spetta

La misura che rifinanzia con cento milioni di euro il fondo per l'acquisto di veicoli a basse emissioni è stata inserita decreto fiscale. Ecco tutte le informazioni

C'è una buona notizia per chi ha intenzione di acquistare un veicolo a basse emissioni: nel decreto fiscale approvato venerdì 15 ottobre dal Consiglio dei ministri, il fondo ecobonus auto è stato rifinanziato per il 2021 con cento milioni di euro, su proposta del ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti. Si tratta comunque di una cifra inferiore rispetto a quanto previsto dalle prime bozze del dl, dove si parlava di trecento milioni. Come ottenerlo e per quali veicoli spetta? Facciamo chiarezza.

Ecobonus auto 2021: come ottenerlo e per quali veicoli spetta

L'ecobonus auto è una misura, promossa del ministero dello Sviluppo Economico, che offre contributi per l'acquisto di veicoli a ridotte emissioni: prevista dalla legge di Bilancio 2019, è poi stata rifinanziata diverse volte, l'ultima venerdì scorso. Le nuove risorse stanziate dal decreto fiscale del governo Draghi sono state così divise:

  • 65 milioni di euro sono destinati per incentivare l'acquisto di veicoli cosiddetti M1 compresi nella fascia di emissione 0-60 g/km CO2;
  • 20 milioni di euro per l'acquisto di veicoli commerciali di categoria N1 o M1 speciali, di cui 15 milioni riservati ai veicoli esclusivamente elettrici;
  • per i veicoli M1 compresi nella fascia 61-135 g/km CO2 sono invece stanziati 10 milioni di euro;
  • 5 milioni di euro sono destinati all'acquisto di veicoli di categoria M1 usati con emissioni comprese tra 0-160 g/km CO2.

ecobonus auto 2021-2

Anche se i dettagli non sono ancora stati resi noti, non dovrebbero esserci novità riguardo agli importi degli incentivi. Per i veicoli cosiddetti M1 compresi nella fascia di emissione 0-20 g/km CO2, ad esempio, il contributo è di seimila euro con rottamazione di un vecchio veicolo e di quattromila senza rottamazione. Per i veicoli M1 compresi nella fascia di emissione 21-60 g/km CO2 il contributo è di 2.500 euro con rottamazione di un vecchio veicolo e di 1.500 senza rottamazione. Per i veicoli M1 compresi nella fascia di emissioni 61-135 g/km CO2 sono invece previsti 1.500 euro con rottamazione.

Come ottenere l'ecobonus? Chi vuole comprare un'auto che abbia i requisiti previsti dalla legge deve rivolgersi direttamente al rivenditore: sarà lui ad occuparsi della gestione della pratica per ottenere il contributo economico. Dopo essersi registrati nell'Area Rivenditori del portale https://ecobonus.mise.gov.it, infatti, i venditori possono prenotare i contributi per ogni veicolo, in base alla disponibilità delle risorse rimaste. I venditori devono poi confermare l'operazione entro 180 giorni dalla prenotazione, comunicando il numero di targa del veicolo nuovo.

Il contributo economico verrà corrisposto dal venditore all'acquirente con una compensazione sul prezzo di acquisto dell'auto. Saranno poi le imprese costruttrici o importatrici del veicolo nuovo a rimborsare al venditore l'importo del contributo. Dopo aver ricevuto dal venditore la documentazione necessaria, le imprese costruttrici o importatrici recuperano l'importo del contributo sotto forma di credito d'imposta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ecobonus auto è stato rifinanziato: come ottenerlo e per quali veicoli spetta

Today è in caricamento