Martedì, 27 Luglio 2021
Economia

Come andare negli Stati Uniti senza avere il visto: l'autorizzazione ESTA

Non tutti lo sanno, ma esiste una procedura online prevista dall'Electronic System for Travel Authorization, che permette di recarsi negli States senza il visto. Un metodo semplice, che permette di risparmiare tempo e denaro

ESTA

E' possibile andare negli Stati Uniti senza il classico visto? Ebbene sì, ed è molto semplice e rapido. Non tutti infatti sono a conoscenza dell'esistenza di ESTA, acronimo di Electronic System for Travel Authorization, un sistema elettronico online sviluppato dal governo degli Stati Uniti e rivolto ai viaggiatori che intendono visitare gli States nell'ambito del programma Viaggio senza visto (Visa Waiver Program).

L'autorizzazione elettronica, valida per  un viaggio, turistico o d'affari per un periodo di massimo 90 giorni, oltre ad essere di semplice attuazione per gli utenti, offre anche una forma di controllo preventivo su tutti i soggetti che desiderano entrare nel territorio Usa. Tale procedura, inserita nelle norme di sicurezza dal gennaio del 2009 e gestita interamente dal Dipartimento di Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti, consente di ai viaggiatori di risparmiare, sia sul tempo che in termini economici. 

Cos'è ESTA e come effettuare la richiesta

Va subito chiarita una differenza: ESTA non è un visto, ma un permesso per salire su un aereo o una nave diretta verso gli Stati Uniti, che fa parte del programma di viaggio senza visto. Ottenere questo 'pass' per gli States è semplice e rapido: basta compilare un modulo sul sito del Governo degli Stati Uniti ed attendere l'approvazione, che di solito arriva in pochi minuti. L'unico documento fondamentale per che il viaggiatore deve avere è un passaporto elettronico valido, la cui valenza perduri per almeno sei mesi oltre la data di arrivo negli Stati Uniti.  Il Dipartimento della Sicurezza Usa consiglia comunque di effettuare la domanda almeno 72 ore prima della partenza.

sample-esta-application-2

Chi può richiederla? Non tutti i cittadini possono accedere all'ESTA, è necessario infatti appartenere a uno dei Paesi aderenti al programma, tra cui c'è anche l'Italia. La lista completa delle nazioni che aderiscono al progetto è disponibile sul sito www.estastatiuniti.org, in cui è possibile trovare tutte le informazioni relative all'autorizzazione di viaggio ESTA. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La procedura

Il sito EstaStatiUniti spiega, passo per passo, come effettuare la richiesta: 

  • Compilare il modulo online;
  • Inviare la richiesta una volta compilato il modulo;
  • Salvare il proprio codice di identificazione univoco per controllare l’esito della richiesta;
  • Effettuare il pagamento di 14$;
  • Controllare lo stato della propria autorizzazione.

Tre possibili risposte

Al termine della procedura saranno tre le possibili risposte del Dipartimento di Sicurezza americano:

Authorization Approved: Autorizzazione approvata, verrà visualizzata la conferma dell’approvazione. Una volta ottenuta l’autorizzazione non è obbligatorio stampare l’autorizzazione o portare con sé una copia dell’autorizzazione, ma il Department of Homeland Security raccomanda ai viaggiatori di avere con sé una copia dell’autorizzazione per avere un riscontro del numero di protocollo e la conferma dell’approvazione della loro ESTA;

Authorization Denied: Autorizzazione negata, per poter accedere negli Stati Uniti sarà necessario fare domanda per un visto. La mancata autorizzazione a recarsi negli Stati Uniti con l'ESTA non significa che non si possa accedere al Paese, ma che non è concesso farlo con il Visa Waiver Program. In questo caso il solo costo da sostenere sarà quello della tariffa per l’elaborazione della domanda di 4$, mentre la restante parte verrà restituita;

Authorization Pending: Autorizzazione in corso, il modulo ha bisogno di ulteriori verifiche che solitamente sono risolte entro 72 ore.

Cosa serve

Sono pochi i documenti necessari per richiedere l'ESTA. Basta infatti essere in possesso della cittadinanza italiana, di un passaporto elettronico valido e del titolo di viaggio. Per effettuare il pagamento della tariffa bisogna essere in possesso di un metodo di pagamento riconosciuto, come ad esempio Visa, Visa Electron, Mastercard, Discover o Paypal.

ESTA Stati Uniti, il progetto di uno studente 

Il sito che fornisce tutte le informazioni su cos'è l'ESTA e come richiederlo fa parte del progetto personale di uno studente italiano, Alessandro Ambrosi, che per mettere in pratica quanto studiato in Strategia e Consulenza Aziendale, ha realizzato e messo online un portale chiaro, sintetico e graficamente accattivante. Il giovane, intervistato da Today, ha raccontato come ha deciso di 'buttarsi' in questa avventura: “Uno dei miei professori mi ha fatto appassionare al web marketing, poi, quasi per scherzo, mi ha consigliato di provare a vedere se tutto ciò che avevo studiato funzionava davvero e se ero in grado di metterlo in pratica. Così con l'aiuto del docente e di alcuni tecnici informatici ho messo in piedi questo sito per vedere quali risultati sarei riuscito a ottenere”.

Con l'evolversi dei motori di ricerca e della distribuzione della pubblicità sul web, cambia anche il modo in cui gli utenti fruiscono la Rete, motivo per cui per le aziende 2.0 è fondamentale comparire su Google, che è un po' l'obiettivo anche del sito realizzato da Alessandro: “Attraverso alcune parole chiave sto salendo nel ranking di Google, ma ovviamente l'obiettivo è arrivare in prima pagina, risultato per nulla facile da raggiungere. La speranza del progetto è di poter raccogliere dati sufficienti per poter portare i risultati ottenuti come tesi di laurea”.

esta-infographic-2

Un grande lavoro, che è costato tempo e fatica a questo giovane studente, che però ha avuto l'idea giusta e l'energia di prendere un argomento poco conosciuto e spiegarlo in maniera efficace ed accessibile. La sua speranza, come quella di tutti i giovani, italiani e non, è che questi sforzi vengano premiati un giorno con un posto di lavoro. Quella di mettersi in gioco è sicuramente la via giusta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come andare negli Stati Uniti senza avere il visto: l'autorizzazione ESTA

Today è in caricamento