Domenica, 19 Settembre 2021
Economia

L'estrema destra tedesca molla Salvini: "La Germania non pagherà i debiti di Roma"

Dopo il cancelliere austriaco Kurz anche la leader di Afd Alice Weidel gela il governo legastellato: "Reddito di cittadinanza e riforma delle pensioni? Sono atti di beneficenza che gli altri Stati si sognano"

Alice Weidel, foto EPA/HAYOUNG JEON

Con l’avanzata dei sovranisti l’Ue che verrà sarà più flessibile con l’Italia sui vincoli di bilancio? Iniziamo a dubitarne. Il primo a far capire che aria tira è stato il cancelliere austriaco Kurz il quale qualche giorno fa ha riservato una stilettata non da poco all’esecutivo gialloverde.

Il "sovranista" Kurz ha infatti chiesto alla Commissione Ue di bocciare la manovra (come poi è avvenuto) perché "l’Austria non è disposta a pagare i debiti degli altri stati, mentre questi stati prendono consapevolmente in considerazione l’incertezza dei mercati". Sui conti pubblici il cancelliere ha poi auspicato "un ritorno alla ragione" da parte dell’Europa che deve "dimostrare di aver imparato dalla crisi greca". 

L'estrema destra tedesca: "Senza Ue l'Italia sarebbe insolvente"

Ma le parole di Kurz sono miele se confrontate a quelle della tedesca Alice Weidel, leader del partito di estrema destra Afd (Alternative for Deutschland), che oggi ha definito "orrenda" (nientemeno) la prospettiva di un nuovo indebitamento da parte di Roma. Secondo Weidel i piani del governo legastellato mettono in allarme gli economisti: "Roma ha già accumulato un debito di quasi 2.300 miliardi di euro che difficilmente potrà essere cancellato. Gli italiani ricchi hanno da tempo trasferito i loro beni all'estero. Alla maggior parte dei cittadini non va male, ma è lo Stato ad essere povero". "Perché dobbiamo pagare noi per i ricchi italiani?", si chiede la leader di Afd. 

Segue una critica senza sconti alla misure dell’esecutivo: "Come si fa a raccontare agli europei che in futuro 400 o 500mila persone andranno in pensione prima, che ci sarà un reddito di base e un Flat tax? Questi sono privilegi che altri Stati membri non osano sognare". 

Secondo la Weidel, Salvini trascura il fatto che "senza la flebo dell’Ue l’Italia sarebbe già insolvente". Poi l’affondo finale: "Il patrimonio medio delle famiglie italiane è di ben 240.000 euro, mentre in Germania è di 66.000 euro. L'Italia concede l'amnistia a chi evade le tasse" e "ha una ridicola imposta di successione". A fronte di tutto questo, però, "si affida alla solidarietà europea o al fatto che la Bce cancelli il suo debito. Ma in questo modo sarebbe ancora la Germania a pagare". 

Insomma, tra nazionalisti non corre buon sangue. Del resto Alice Weidel era stata già piuttosto critica nei confronti di Salvini. In un’intervista pubblicata da Repubblica qualche settimana fa la leader di Afd affermava che "la Lega governa con i populisti di sinistra dei 5 stelle, che vogliono solo regalare soldi" e su questo punto il Carroccio "si sta mostrando troppo debole". 

alice weidel 2-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'estrema destra tedesca molla Salvini: "La Germania non pagherà i debiti di Roma"

Today è in caricamento