Domenica, 24 Ottobre 2021
Economia Italia

Fatture ogni 28 giorni: Tim e WindTre smentiscono i rimborsi, si muove il Governo

L'invito della Cisl: "Intervenga il Parlamento". Il Pd propone che l'obbligo della fatturazione dei servizi su base mensile sia stabilito dalla legge (già nella Manovra 2018)

Tra gli operatori di telefonia e l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ormai è scontro aperto sulle fatture a 28 giorni. Come rileva l'Unione dei Consumatori erano false le voci secondo le quali la Tim e WindTre avrebbero in qualche modo rimborsato l’importo addebitato ai propri clienti con il giochetto di trasformare il mese in 28 giorni.

La decisione del Governo: fattura a 28 giorni solo per gas e luce: per telefonia e tv bollette mensili per decreto

Intanto l’on Alessia Morani, vicepresidente del gruppo Pd alla Camera, ha depositato una proposta di legge che prevede l’obbligo della fatturazione dei servizi su base mensile, un irrobustimento dei poteri di vigilanza delle Authority, un aumento delle sanzioni comminabili da queste ultime e, udite udite, la restituzione delle somme indebitamente percepite da parte degli operatori.

Difficile che la proposta possa essere calendarizzata ma come la stessa Morani ha dichiarato è possibile inserire le norme nella Legge di Bilancio.

“Mi auguro che il Governo, anche alla luce dell’impegno assunto dalla Ministra Finocchiaro durante il question time di metà settembre a risolvere questo problema, al fine di garantirne l’approvazione, inserisca le norme nella Legge di Bilancio. Se così non fosse, comunque, inseriremo la proposta sotto forma di emendamento alla stessa legge di Bilancio”.

Sul tema è ora intervenuto anche il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda che ha dichiarato che la questione delle fatture a 28 giorni, invece che a 30, è una cosa che va messa a posto il più rapidamente possibile, perché è una cosa inaccettabile.

La Cisl: "Intervenga il Parlamento"

"Noi siamo accanto al Garante dell'Agcom rispetto alla questione riguardante i 28 giorni per il pagamento delle bollette". Lo dichiara in una nota il Segretario confederale della Cisl, Andrea Cuccello.

"In questi anni di crisi i lavoratori ed i pensionati che rappresentiamo si sono trovati all'interno di momenti di gravissima difficoltà economica. Questo fatto relativo alle bollette è una vergogna: chiediamo che venga trovata una soluzione o parlamentare o all'interno della prossima legge di stabilità che ristabilisca il pagamento ogni 30 giorni: una mensilità in più per tante persone che hanno perso il lavoro e versano in difficoltà economica in una Italia sempre più povera è una cosa che non ci possiamo permettere".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fatture ogni 28 giorni: Tim e WindTre smentiscono i rimborsi, si muove il Governo

Today è in caricamento