Lunedì, 14 Giugno 2021
Economia

Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb tornano alla fatturazione mensile: cosa cambia

Dopo un anno di bollette a 28 giorni ecco cosa succede ai contratti e alle tariffe telefoniche a partire dal 5 aprile 2018: i costi e le modalità di recesso. La guida di Today.it sulla "rivoluzione" della telefonia

Bollette mensili ma più salate: le compagnie telefoniche tornano alla fatturazione mensile, ma aumentano le tariffe dell’8,6%: una beffa per i consumatori che avevano denunciato i rincari dovuti alle bollette ogni 28 giorni, un meccanismo che aveva implicitamente creato una tredicesima mensilità a tutto vantaggio delle telco.

Gli operatori telefonici in questi giorni hanno comunicato ai propri clienti come cambierà la fatturazione e come cambieranno le condizioni contrattuali. Ma nelle comunicazioni sono evidenti i rincari tariffari introdotti in concomitanza con il ritorno ai 12 canoni di pagamento annuali dopo l’addio alla tariffazione ogni quattro settimane sancito per legge: il decreto legge fiscale (Legge 172/2017) ha imposto l'obbligo per le telco di tornare alla fatturazione mensile entro il prossimo mese di aprile.

Se le compagnie spiegano che la "modifica non comporterà alcuna variazione della sua spesa complessiva annuale" il canone mensile risulterà maggiorato del 8,6% "per effetto della divisione della spesa annuale per 12 anziché per 13". L'8,6% è esattamente la stessa percentuale in più che le telco incassavano grazie ai rincari impliciti indotti dalla fatturazione a 28 giorni.

Tariffazione mensile, cosa cambia

A partire da aprile 2018 ogni offerta dovrà rinnovarsi con cadenza mensile. Gli operatori telefonici TIM e Vodafone hanno aumentato dell’8.6% gli importi in fattura. Wind Tre sta prendendo tempo per decidere.

Gli utenti potranno esercitare il diritto di recesso entro 30 giorni dalla ricezione della comunicazione di modifica unilaterale del contratto da parte dell’operatore, ma in alcuni casi non è semplice capire come cambiare operatore mantenendo il proprio numero e senza pagare alcuna penale.

Chi ha diritto al rimborso e come chiederlo

Ecco cosa cambia operatore per operatore, con la fatturazione mensile, il diritto di recesso e cosa succede alle eventuali rate residue dei dispositivi.

TIMVodafone | Fastweb | Wind Tre

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb tornano alla fatturazione mensile: cosa cambia

Today è in caricamento