rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
La riforma

La flat tax diventa "easy tax" e torna anche il cashback fiscale

Il testo finale del decreto fiscale è in dirittura di arrivo e c'è anche il ritorno del cashback ma con una novità: porterà direttamente sul conto corrente le detrazioni, partendo dalle spese sociosanitarie

La conferma della flat tax (o Easy tax nella denominazione pentastellata), con uno scivolo di due anni per chi supera i 65mila euro, ma senza specificare le aliquote da applicare nel periodo transitorio né la soglia entro cui si applicano, che saranno definite in un secondo momento dai decreti attuativi perché la delega fiscale è a invarianza finanziaria. È questa la soluzione prevista dal documento che domenica il Ministero dell'economia presenterà ai gruppi di maggioranza nel tentativo di risolvere il braccio di ferro sulla delega per riformare il fisco, in stallo da settimane anche per il nodo del regime forfettario per gli autonomi. Attualmente chi fuoriesce dalla flat tax al 15% ricade subito nel regime delle nuove aliquote Irpef nei nuovi 4 scaglioni, nel caso specifico al 43% (redditi sopra i 50mila euro). Nella proposta delle Commissioni parlamentari, il regime transitorio è opzionale e si applica per due periodi di imposta successivi al superamento dei 65mila euro, con aliquota al 20%. Per chi applica il forfettario al 5% (nei primi cinque anni di attività) l’aliquota proposta dovrebbe salire al 10%. 

La Lega è pronta a dare battaglia più avanti per aumentare il tetto, fissando ad almeno 85mila euro la soglia massima nel periodo transitorio, e preme per rendere vincolanti i pareri parlamentari sui decreti attuativi.

Torna il cashback fiscale

Ma andiamo per gradi: l'esame degli emendamenti sul decreto fiscale dovrebbe ripartire martedì in commissione Finanze alla Camera, poi il testo è atteso in Aula il 19 aprile.

Il Pd ritiene "imprescindibili" la compartecipazione di Comuni e Regioni al gettito della flat tax e la rimodulazione di detrazioni e deduzioni per aiutare i redditi medio-bassi. La famosa riforma delle tax expenditure tentata dai governi fin dal 2019.

Nella riforma ci sarà il cashback fiscale, misura di bandiera del M5s, con la modifica proposta da Leu che prevede la priorità per le spese sociosanitarie nell'attuazione della trasformazione delle agevolazioni in rimborsi diretti sul conto corrente. In pratica, fra un paio d’anni, chi farà una spesa dovrà comunicare in tempo reale a farmacista, assicurazione o all’Inps di voler incassare i soldi subito, rinunciando al 19% futuro previsto dalla detrazione. Probabilmente sarà introdotto un codice che andrà riportato sia nel mezzo di pagamento che nello scontrino telematico e starà poi al venditore il compito di comunicare all’anagrafe tributaria la spesa sostenuta dal contribuente indicando la sua volontà di di fruire del cashback.

La riforma del catasto

La Lega ribadisce con Matteo Salvini il 'no' alla riforma del catasto. La riforma è già passata per un voto in commissione con la maggioranza spaccata, ma il senatore Alberto Bagnai responsabile economico della Lega spiega che vi si opporranno in ogni sede. Altra battaglia della Lega quello contro il sistema duale, il modello con tassazione proporzionale sui redditi da capitale e progressiva su quelli da lavoro, destinato a essere superato da flat tax e cedolare per gli affitti.

Forza Italia è sulla stessa linea. L'asse è stato rinsaldato giorni fa nel faccia a faccia fra Salvini e Silvio Berlusconi, che hanno condiviso come, sondaggi alla mano, alcune mosse del governo, sul catasto in primis, stiano aiutando chi sta all'opposizione. Quindi c'è da attendersi dal centrodestra nuovi emendamenti in Aula e poi un ritorno alla carica al Senato, dove i numeri sono meno rassicuranti per il centrosinistra.

Tra gli accordi presi dalla maggioranza figura lo stop all’Irap per società di persone e studi associati, la riforma degli acconti di novembre per gli autonomi con i prelievi da gennaio a giugno dell’anno successivo e la rimodulazione della ritenuta d’acconto in misura ridotta anche se si potrebbe arrivare all’abolizione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La flat tax diventa "easy tax" e torna anche il cashback fiscale

Today è in caricamento