Un anno di governo Conte e tutte le misure a rischio "per crisi"

La fine del governo Conte rischia di lasciare nel limbo una serie di misure che hanno appena visto la luce, mentre altri provvedimenti, che hanno avuto la possibilità di esprimere i loro primi effetti, potrebbero avere vita breve

Luigi Di Maio e Matteo Salvini in un'immagine ripresa a Roma, 8 luglio 2019. ANSA/ALESSANDRO DI MEO

I rider, gli insegnanti e i lavoratori delle aree di crisi, ma anche il salario minimo, il reddito di cittadinanza e quota 100. La fine del governo Conte rischia di lasciare nel limbo una serie di misure che hanno appena visto la luce, mentre altri provvedimenti, che hanno avuto la possibilità di esprimere i loro primi effetti, potrebbero avere vita breve. A preoccupare di più, al momento, sono il decreto legge imprese e il decreto legge scuola, approvati all'inizio della settimana dal governo 'salvo intese' e che, secondo quanto disposto dal Cdm, dovrebbero approdare in Gazzetta ufficiale il 28 agosto.

Pensioni, 80 euro e reddito di cittadinanza: cosa succede se cade il governo

In pratica i decreti legge in questione non sono stati varati ma soltanto annunciati. Il decreto legge imprese, infatti, stanzia le risorse per aiutare i lavoratori delle aree in crisi industriale complessa (che si trovano in regioni come Sardegna e Sicilia), per la cassa integrazione e altro. Senza decreto non ci sarebbero le risorse per sostenere i dipendenti delle aziende in difficoltà.

Il limbo del decreto legge imprese

Poi ci sono i rider, che da tanto tempo attendono delle norme che consentano di avere un'assicurazione, una pensione e dei diritti. Insieme alle norme che modificano le tutele per i manager dell'ex Ilva, in chiave restrittiva.

È tutto nel decreto legge imprese, insieme alle misure per l'assunzione dei dipendenti Anpal, che servono al reddito di cittadinanza. Rdc che, va ricordato, è una misura provvisoria e quindi rischia di scomparire dall'elenco delle politiche sociali. Stessa fine potrebbe fare anche quota 100, una modifica 'sperimentale' alla legge Fornero che, per poter essere utilizzata anche in futuro dagli aspiranti pensionati, ha bisogno di essere confermata.

Docenti, assunzioni a rischio

L'ultimo Consiglio dei ministri giallo-verde ha approvato anche il decreto legge 'Misure di straordinaria necessità ed urgenza nei settori dell'istruzione, dell'università, della ricerca e dell'alta formazione artistica musicale e coreutica'. Il provvedimento dovrebbe consentire l'assunzione a tempo indeterminato di 53.627 unità di personale docente, 2.117 dirigenti scolastici, 7.646 unità di personale Ata e 355 unità di personale educativo.

Personale che servirebbe per il prossimo anno scolastico ma, senza la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del provvedimento, si troverebbe di fronte a una situazione di totale incertezza.

Sempre nella stessa serata è arrivata l'ennesima sospensione delle procedure di riscossione coattiva degli importi relativi al prelievo supplementare latte (più conosciute come quote latte), con il rinvio del pagamento delle multe al 2020, grazie al decreto legge 'Disposizioni urgenti per il settore lattiero-caseario'.

E infine ci sono le norme in discussione da tempo, come quelle contenute nel disegno di legge che prevede l'introduzione del salario minimo, che corrono il rischio di ritrovarsi, come nel gioco dell'oca, a dover ripartire da zero.

Cosa ha fatto il governo in un anno

Se questi erano i capitoli rimasti in sospeso - si dia atto che la flat tax rientrava tra le ipotesi di manovra finanziaria - é utile ricordare anche quanto è stato fatto dal Governo nell'ultimo anno

Quarantaquattro i provvedimenti presentati (la metà rispetto alla media dei cinque governi precedenti). I temi più dibattuti sono stati di chiara derivazione leghista come quello sulle pensioni, immigrazione e sicurezza. Oltre ai decreti sicurezza è bene ricordare anche la cosiddetta pace fiscale e la Riforma della legittima difesa.

Tra le misure targate 5 Stelle la Norme a tutela dei truffati dalle banche, la Rottamazione cartelle esattoriali Ter, la cosidetta "Legge Spazzacorrotti", la Regolamentazione del gioco d’azzardo.

Per il taglio dei parlamentari come sappiamo resta un ultimo voto, per ora oltre l'orizzonte degli eventi.

Potrebbe interessarti

  • Falsi amici: 7 alimenti che pensi facciano dimagrire ma che invece fanno ingrassare

  • Come fare la valigia perfetta

  • I rimedi per liberarsi dei ragnetti rossi

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 17 agosto 2019: numeri vincenti

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi martedì 20 agosto 2019: numeri vincenti

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 19 al 25 agosto 2019

  • Virginia, figlia di Paola Ferrari, è tale e quale a mamma: la prima foto su Instagram

  • Temptation Island Vip 2019: data, coppie, conduttore e tutte le anticipazioni

  • Reddito di cittadinanza, lavora (in nero) con uno stipendio di 1.220 euro e prende il sussidio

Torna su
Today è in caricamento