rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Economia

La Grecia non ci sta: "Creditori terroristi"

Il Financial Times parla di banche greche in procinto di attingere il 30% dai conti sopra gli 8mila euor. Il ministro delle finanze Yanis Varoufakis va su tutte le furie: "Tutte calunnie"

Tutto è cominciato con un articolo del Financial Times in cui si leggeva che gli istituti di credito greci fossero pronti a dare vita al "bail-in" ovvero a quelle procedure che poi portano al prelievo forzoso dai conti corrente dei risparmiatori. 

https://www.ft.com/intl/cms/s/9963b74c-219c-11e5-aa5a-398b2169cf79,Authorised=false.html?_i_location=https%3a%2f%2fwww.ft.com%2Fcms%2Fs%2F0%2F9963b74c-219c-11e5-aa5a-398b2169cf79.html%3Fsiteedition%3Dintl&siteedition=intl&_i_referer=https%3a%2f%2fwww.ft.com%2Fhome%2Fuk#axzz3evnelSaR

CHE COSA E' IL "BAIL IN"

Secondo le fonti del quotidiano della city, "almeno una banca" starebbe pensando seriamente di tagliare del 30% il valore dei depositi sopra gli 8mila euro per ricapitalizzare le banche stesse.

LA RISPOSTA - Yanis Varoufakis, ministro dell'Economia greco, è andato su tutte le furie e ha deciso di rispondere prima di tutto su Twitter, bollando quanto riportato dal giornale come "calunnie".


Poi ha ricarato la dose, in un'intervista per il quotidiano El Mundo, ha detto che "quello che stanno facendo con la Grecia i creditori ha un solo nome: terrorismo". Insomma a poche ore dall'inizio del voto per il referendum sulle condizioni imposte al paese dall Bce, la tensione tra creditori e governo Tsipras continua a salire. Ma a smentire quanto affermato dal Financial Times c'è anche Louka Katseli, presidente dell'Unione delle Banche greche: "E' un'indiscrezione del tutto inesistente e maligna, per qualsiasi banca si stia parlando" ha tagliato corto, ricordando che i depositi sono garantiti fino a 100mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Grecia non ci sta: "Creditori terroristi"

Today è in caricamento