rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cosa succede

Le conseguenze economiche della guerra in Ucraina

Crollano le borse europee, il prezzo di gas e petrolio alle stelle

L'attacco russo nei confronti dell'Ucraina fa crollare le Borse europee: chiusura in netto ribasso per il mercato azionario, la perdita finale si fissa al -4,10%, con l'indice Ftse Mib a 24.890 punti, dopo aver toccato anche un ribasso intorno al -5,5%. In prima fila le banche, con Unicredit -13,49% scontando l'esposizione sul mercato russo. Intesa a sua volta cede il 7,96%, Bpm giù dell'8,19%, Bper del 7,60%.
Tra gli industriali pagano Pirelli (-10,40%), Maire (-7,86%), Buzzi (-7,84%). Stellantis chiude sul -6,06%. 

A Mosca la borsa tornata a scambiare dopo due sospensioni decise per frenare la volatilità e le vendite sotto cui si sta inabissando il listino russo, l'indice Moex perde il 45%, bruciando quasi la metà del suo valore. Si tratta del peggior calo della sua storia, costato agli investitori russi 180 miliardi di dollari di capitalizzazione bruciata. 

Il caro energia

Dopo l'attacco russo all'Ucraina, i future sono saliti fino a un massimo del 41%, a 125 euro al megawattora, in quello che si preannuncia il quarto giorno consecutivo di rialzi. Come il gas segue anche la corsa del petrolio. Il contratto future sul Brent avanza del 6,55% a 103,18 dollari a barile, mentre quello sul Wti avanza del 6,38% a 97,98 dollari. Entrambi i contratti viaggiano sui massimi dall'estate 2014.

Caro alimentari

Corrono anche i prezzi delle derrate alimentari, con il mais e il frumento in rialzo di oltre il 5%.

La fuga degli investitori dal rischio spinge gli asset considerati tradizionalmente dei beni rifugio: L'oro avanza del 2,5% a 1.942 dollari l'oncia mentre i treasury americani guidano il calo dei rendimenti dei titoli di Stato, con un ribasso di 8,2 punti base, all'1,91%.

++Articolo in aggiornamento ++

Bank run in Ucraina

La Banca centrale ucraina ha limitato il ritiro di contanti a 100.000 grivna al giorno. Si tratta di circa 3.000 euro. Il governatore ha anche fatto sapere che il sistema bancario continuerà a operare normalmente e gli istituti di credito resteranno aperti. 

i sono enormi code a Kiev. Le persone fanno la fila vicino a bancomat, farmacie, negozi. Gruppi di automobili si osservano alle stazioni di servizio. I residenti stanno cercando di ritirare denaro e fare scorta di tutto il necessario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le conseguenze economiche della guerra in Ucraina

Today è in caricamento