Giovedì, 25 Febbraio 2021
Italia

Gli italiani tornano al mattone (ma grazie alle agevolazioni sulla prima casa)

Nel 2017 sono aumentante le compravendite immobiliari, ma per la maggior parte hanno riguardato operazioni che potevano beneficiare delle agevolazioni concesse per l'acquisto della prima casa. E anche i prezzi calano: il valore medio delle compravendite crolla ad una cifra di poco superiore ai 126mila euro. I dati del Notariato

Gli italiani tornano ad acquistare case e lo fanno per la maggior parte usufruendo dell'agevolazione sulla prima casa. Lo si legge nei dati pubblicati oggi dal Consiglio nazionale del Notariato nel quarto Rapporto Dati statistici notarili relativo al 2017. 

Secondo le statistiche nel 2017 sono aumentate del 6,79% le compravendite di beni immobili (862.939) rispetto al 2016 (808.0679), che diventano un +9,33% solo tenendo contro delle compravendite dei fabbricati abitativi, che si attestano su 553.654 unità vendute rispetto alle 506.398 del 2016.

Le agevolazioni fiscali sull’acquisto della prima casa

Oltre la metà degli immobili abitativi è stata acquistata con le agevolazioni prima casa: su 553.654 compravendite di fabbricati abitativi effettuate nel 2017 per ben 310.880 è stata richiesta l’agevolazione prima casa, che viene maggiormente richiesta nella fascia di età 18-35 (con il 39,66%). Rispetto al 2016 le agevolazioni prima casa tra privati sono aumentate del 10,51% mentre si sono ridotte del 3,55% quelle prima casa tra impresa.

Bonus acquisto prima casa: la mappa delle agevolazioni

Con i benefici “prima casa” sono ridotte sia l’imposta di registro, se si acquista da un privato, sia l’Iva, se si acquista da un’impresa. Inoltre non sono dovuti imposta di bollo, tributi speciali catastali e tasse ipotecarie sugli atti assoggettati all’imposta di registro e quelli necessari per effettuare gli adempimenti presso il catasto e i registri immobiliari.

Gli italiani tornano al mattone (ma spendendo meno)

Tuttavia se aumentano le compravendite, calano i valori medi relativi alle stesse. Un primo dato, forse un po’ preoccupante, emerge dalla rilevazione dei valori medi relativi alle compravendite immobiliari di fabbricato. Se infatti il 2016 aveva registrato un valore medio delle compravendite superiore ai 148.000 Euro, il 2017 fa registrare un netto calo, portando il valore medio delle compravendite a una cifra di poco superiore ai 126.000. Ciò che tuttavia fa più riflettere è il confronto tra i due anni ristretto ai rispettivi semestri. Infatti, mentre il primo semestre 2017 presenta valori esattamente identici rispetto al 2016, il calo di valore medio annuo sopra riscontrato si registra interamente nella seconda metà dell’anno.

Aumentano del 6,79% le compravendite di beni immobili assoggettate a registrazione fiscale nel 2017 (862.939) rispetto al 2016 (808.0679). In particolare si segnala un + 6,96% se si osserva la compravendita dei fabbricati in generale e un +9,33% rispetto al 2016 delle compravendite dei fabbricati abitativi che si attestano su 553.654 unità vendute rispetto alle 506.398 del 2016.  

Anche il mercato dei terreni agricoli vede un segno positivo nella comparazione anno su anno con un +4,27% così come la crescita dei terreni edificabili vede una crescita a doppia cifra (+12,93%).

La ripartizione per zone in Italia del totale delle compravendite immobiliari vede il Nord assorbire il 55,39% del mercato con una punta del 33,59% nel Nord Ovest con ben 1.800,32 compravendite ogni 100.000 abitanti).

Dove comprano casa gli italiani

Analizzando la distribuzione regionale risulta di particolare interesse la crescita delle compravendite rispetto al 2016 in Molise (+12,03%), nelle Marche (+11,59%), in Sicilia (+11,69%), in Puglia (+11,32%) e  Campania (+10,44%). Unica regione italiana ad aver fatto registrare un segno meno è l’Abruzzo, dove le compravendite hanno avuto un calo del -4,56% rispetto al 2016.

Il rapporto del notariato in formato integrale

dati notariato casa 2017-2

dati notariato casa 2017 2-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli italiani tornano al mattone (ma grazie alle agevolazioni sulla prima casa)

Today è in caricamento