Lunedì, 18 Ottobre 2021
Economia

Imu e Tasi 2018, la scadenza si avvicina: chi deve pagare

Per i contribuenti italiani si fa sempre più vicino il termine ultimo per il pagamento delle due imposte: ecco tutto quello che c'è da sapere

Imu e Tasi 2018: la scadenza si avvicina. Il prossimo 18 giugno sarà l'ultimo giorno utile per pagare le due imposte legate alla casa. Vediamo nel dettaglio cosa sono quali sono le scadenze da segnare sul calendario. 

Imu 2018: cos'è

L'Imu è una tassa municipale unica che presuppone il possesso di un'immobile. Tale imposta si applica sulla seconda casa, immobili commerciali, terreni e negozi, ad esclusione delle abitazioni principali e delle relative pertinenze. Deve essere pagato sulla cosiddetta prima casa se questa è stata accatastata come A/1, A/8 e A/9, categorie che usufruiscono dell’aliquota ridotta e della detrazione di 200 euro.

Tasi 2018:cos'è

La Tasi è invece un'imposta che copre i costi per i servizi comunali rivolti alla collettività. Riguarda, per esempio, la manutenzione delle strade, dei giardini o dell'illuminazione. Per quanto riguarda gli immobili affittati con lo specifico contratto di locazione, la tassa non è a carico del locatario, ossia dell'individuo che detiene in affitto il locale in questione, ma deve essere pagata dal proprietario. 

Come si calcola la Tasi per i vari tipi di immobili soggetti all’imposta

Imu e Tasi 2018: le scadenze

Per quanto riguarda il 2018, le scadenze da segnare sul calendario per il pagamento di Imu e Tasi sono le seguenti: 

  • Primo acconto o rata unica Tasi e Imu: al 18 giugno 2018;
  • Secondo acconto e conguaglio Tasi e Imu al 17 dicembre 2018.

 
Il termine ultimo per il pagamento della prima rata sarebbe stato il 16 giugno, ma cadendo di sabato, la data è slittata in automatico a lunedì 18 giungo 2018.

Se il contribuente decide di pagare la tassa in due rate dovrà versare il primo acconto a giugno, il 50% del tributo dovuto, con il saldo di dicembre, invece, il restante 50% con l’eventuale conguaglio sulle aliquote 2017 fissate dal comune.

Imu e Tasi, quando non si pagano

Dopo aver visto chi deve pagare e quando, vediamo anche quali sono gli immobili o i soggetti esclusi dal pagamento di queste imposte. Sono esentati dal pagamento dell'Imu i proprietari di abitazioni principali che fanno parte delle categorie catastali A2, A3, A4, A5, A6 e A7, i fabbricati rurali strumentali e i terreni nei comuni montani. Invece, per quanto riguarda la Tasi, sono esclusi i terreni e quegli immobili per i quali il Comune ha deliberato aliquota zero. Infine, per quanto concerne i fabbricati dichiarati inagibili, inabitabili e non utilizzati, è prevista un riduzione del 50% applicabile limitatamente al periodo dell’anno durante il quale sussistono tali condizioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imu e Tasi 2018, la scadenza si avvicina: chi deve pagare

Today è in caricamento