Imu e altre tasse, arriva lo sconto fino al 20% (ma soltanto ad una condizione)

L'emendamento intitolato “premio a chi paga”, approvato dalla Commissione Bilancio della Camera, prevede uno sconto sulle aliquote e le tariffe delle entrate tributarie, ma soltanto per chi paga con domiciliazione bancaria. E' una delle novità del dl Rilancio, il cui via libera continua a slittare

Foto di repertorio

C'è una novità tra le misure del decreto Rilancio approvate in commissione Bilancio alla Camera, che farà sorridere tutti i proprietari di un immobile. La possibilità di avere un sconto fino al 20% delle aliquote e delle tariffe delle entrate tributarie e patrimoniali, come ad esempio l'Imu, a condizione che chi paga utilizzi la domiciliazione bancaria, vale a dire l'addebito direttamente sul proprio conto corrente

Imu e altre tasse, l'emendamento “premio a chi paga” 

L'emendamento, intitolato “premio a chi paga” è a prima firmo di Massimo Garavaglia e lascia comunque un margine di manovra fiscale agli enti territoriali che possono scegliere di applicare lo sconto con una "propria delibera". La misura è stata approvata dalla Commissione Bilancio della Camera, ma i tempi del via libera del decreto Rilancio slittano ancora. A Montecitorio si continuerà a lavorare almeno fino a stasera, con il testo che potrebbe approdare in aula tra la fine di questa settimana e l'inizio della prossima. Il decreto scade il 18 luglio quindi non ci sarà la possibilità per il Senato di introdurre altre modifiche. I temi che resteranno fuori saranno recuperati nel prossimo provvedimento che verrà finanziato con un nuovo scostamento di bilancio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sgravio Iva, l'apertura di Conte 

Il premier Giuseppe Conte, durante un passaggio al Questione Time di ieri, ha parlato anche dell'ipotesi di sgravio Iva per chi usa moneta elettronica: 'L'ipotesi, su cui si può anche ragionevolmente lavorare, a mio avviso è quella di mettere insieme due istanze, dando una scossa ai consumi attraverso un possibile sgravio dell'Iva per chi ricorre alla moneta elettronica. In sostanza, si potrebbe delineare un meccanismo incentivante che combina l'esigenza di rilanciare, sì, la domanda, ma insieme anche di modernizzare il Paese e di incentivare i pagamenti digitali e, quindi, anche quella prospettiva per cui tutti paghino le tasse, perché tutti possano pagare meno". 

Riecco il "bonus befana": sorpresa nella calza, il piano per dire stop ai contanti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raimondo Todaro: "Con Elisa Isoardi sempre più uniti, ma in ospedale con me c’era la mia ex moglie"

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Estrazioni Lotto e numeri SuperEnalotto di giovedì 22 ottobre: numeri vincenti e quote

  • Dpcm 18 ottobre: le nuove misure della stretta in arrivo oggi

  • Fa la spia perché il vicino non rispetta la regola dei 6 in casa e finisce malissimo

  • Selvaggia Lucarelli choc: "Sono stata male 5 anni per un uomo, ho perso tutti i capelli. Misi in pericolo la mia vita"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento