rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Soldi

Il bonus di 7.500 euro per comprare un'auto elettrica

Dopo due mesi dall'avvio della piattaforma sono rimasti a disposizione tanti soldi. Il Mise punta a inserire nel decreto Aiuti bis un nuovo extra. Invece la Germania stoppa gli incentivi: "Le auto elettriche si vendono da sole"

Il ministero allo Sviluppo Economico, guidato da Giancarlo Giorgetti, vorrebbe inserire nel pacchetto decreto Aiuti bis un nuovo incentivo/bonus extra legato unicamente all'acquisto di auto elettriche, pure o ibride plug-in.  Attenzione, è una mossa che affianca e non sostituisce gli incentivi già esistenti e per cui si può fare domanda. Si tratta di un bonus ulteriore, pari al 50 per cento in più dello sconto già previsto, utilizzabile solo da chi ha però un reddito inferiore ai 30 mila euro. Siamo ancora alle ipotesi, ma è una misura a costo zero, senza nessun effetto, perché va a modificare l’uso di risorse già stanziate per gli incentivi auto e che sono ferme, non utilizzate.

Tutte le notizie di oggi

Incentivi per auto elettriche nuove

Dopo due mesi dall'avvio della piattaforma Mise sono rimasti a disposizione tanti, tanti soldi: più di 176 milioni per le auto full electric, più dell’85% dello stanziato, e per le ibride plug in più di 197 milioni, più del 91%. Invece gli incentivi per le auto "normali" si sono volatilizzati in tempo record: 170 milioni per le vetture tradizionali a benzina e diesel si sono esauriti nel giro di due settimane.  Facciamo qualche calcolo: per un’auto elettrica "pura" il bonus/sconto, che oggi è tra 3 mila e 5 mila euro se si rottama una vettura pre Euro 5, salirebbe da 4.500 addirittura a 7.500 euro. Se si vuole comprare un’ibrida con la spina, lo sconto, che ora oscilla tra i 2 mila e i 4 mila, passerebbe tra i 3 mila e i 6 mila, sempre con una macchina da dare in rottamazione. L’extra può essere utilizzato una sola volta in un nucleo familiare.

Basterà questa mossa per spingere gli incentivi e convincere più italiani a passare alle auto elettriche? Tutt'altro che scontato, secondo le associazioni di categoria. Alcuni anni fa venne introdotta una quota di incentivo legata all’Isee, 20 milioni, ma non funzionò. Realtà del settore come Anfia, Federauto, Unrae e Motus-E, ritengono che la svolta ci sarebbe se venisse data alle imprese la possibilità di usufruire degli incentivi. Perché questo e solo questo aimenterebbe immediatamente in seconda battuta il mercato dell’usato con vetture elettriche ad un prezzo più accessibile. Per ora comprare un'auto elettrica non è alla portata di tutti, non c'è incentivo che tenga.

Il Mise punta anche a un nuovo bonus per favorire la realizzazione di punti di ricarica privati, nei box, nei posti auto e nei condomini: un contributo pari all’80% del prezzo di acquisto e posa in opera, nel limite massimo di 1.500 euro per ogni richiedente ma che sale a 8.000 euro (non spiccioli) se l’intervento avviene nei condomini. In ballo ci sono 40 milioni che verranno dirottati sulla misura, e varranno le stesse regole del bonus 110%: quorum per le assemblee di condominio con maggioranza dei condomini e 1/3 del valore dell’edificio. 

La Germania stoppa gli incentivi: "Le auto elettriche si vendono da sole"

E all'estero? Pochi giorni fa è stato annunciato che la Germania ridurrà sostanzialmente gli incentivi finanziari per l’acquisto di auto elettriche a partire dal prossimo anno, poiché la crescente popolarità dei veicoli rende superflui i sussidi governativi. "I veicoli elettrici stanno diventando sempre più popolari e non avranno più bisogno di sussidi governativi nel prossimo futuro", ha dichiarato martedì il ministro dell’Economia Robert Habeck. Secondo il piano, i sussidi per i veicoli puramente elettrici con un prezzo inferiore a 40.000 euro, scenderanno a 4.500 euro dai 6.000 euro attuali all’inizio del prossimo anno e a 3.000 euro nel corso del 2023. Per le auto con un prezzo superiore a 40.000 euro il premio scenderà a 3.000 euro all’inizio del prossimo anno, dai 5.000 euro attuali. Non ci sono sovvenzioni per l’acquisto di auto con un prezzo superiore a 65.000 euro e ciò si applicherà ai veicoli con un prezzo di 45.000 euro e oltre a partire dal 2024.

Gli incentivi per gli acquirenti di auto elettriche termineranno completamente una volta finiti i 3,4 miliardi di euro stanziati per i prossimi due anni. Le vendite di auto completamente elettriche in Germania sono quasi raddoppiate a 328.000 unità nel 2021 rispetto all’anno precedente, anche grazie agli incentivi. Ora ci sono oltre 600.000 veicoli elettrici "puri" sulle strade tedesche.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bonus di 7.500 euro per comprare un'auto elettrica

Today è in caricamento