rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Economia

Isee, c'è una novità importante sulle Dichiarazioni Sostitutive Uniche (DSU)

Il termine di validità della DSU ai fini Isee è stato prorogato fino al 31 dicembre 2019, come ricorda l'Inps sul proprio sito

Quando termina la validità delle Dichiarazioni Sostitutive Uniche (DSU) ovvero il modello da compilare per avere diritto a servizi pubblici e tariffe agevolate a seconda del proprio reddito? Come forse molti di voi sapranno, la DSU è un documento che contiene i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali di un nucleo familiare, e può essere presentata:

-    all’ente che eroga la prestazione sociale agevolata;
-    al comune;
-    a un Centro di Assistenza Fiscale;
-    online all’INPS.

Dichiarazioni sostitutive a fini ISEE: quando scade

Ebbene, quando scade la validità della Dichiarazioni Sostitutive Unica a fini dell'Isee? Sul proprio sito l'Inps ricorda che il decreto legge 28 gennaio 2019 ha prorogato al 31 dicembre 2019 il periodo di validità delle sole DSU presentate dal 1° gennaio 2019 al 31 agosto 2019.

Pertanto le Dichiarazioni Sostitutive Uniche presentate dal 1° gennaio al 31 agosto 2019 sono valide dal momento della presentazione fino al 31 dicembre 2019 (per fare un esempio una DSU presentata il 10 febbraio 2019 è valida dal 10 febbraio 2019 al 31 dicembre 2019). Ne consegue che le attestazioni ISEE, già rilasciate, con data scadenza del 31 agosto 2019 devono essere considerate valide e con scadenza 31 dicembre 2019. L'Inps precisa infatti che le DSU già attestate che recavano data scadenza 31 agosto 2019 sono state aggiornate sul portale con la nuova data di scadenza.

ISEE, cos'è e a cosa serve

Ricordiamo che l'attestazione della propria ISEE è necessaria per chiedere il reddito di cittadinanza. Ma grazie all'ISEE è possibile accedere a molti altri servizi.

- servizi socio sanitari domiciliari;
- servizi socio sanitari diurni, residenziali;
- assegno per il nucleo familiare;
- assegno di maternità e “Bonus bebè“;
- asili nido ed altri servizi educativi per l’infanzia;
- mense scolastiche;
- prestazioni del diritto allo studio universitario;
- agevolazioni per i servizi di pubblica utilità (luce,telefono,gas);
- altre prestazioni economiche assistenziali;
- prestazioni scolastiche (libri scolastici, borse di studio…);
- agevolazioni per tasse universitarie.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isee, c'è una novità importante sulle Dichiarazioni Sostitutive Uniche (DSU)

Today è in caricamento