rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
La guida

Tutti i modi per ottenere l'Isee 2022

L' Indicatore della Situazione economica equivalente è necessario per ottenere diverse agevolazioni, come il recente Bonus per lo sconto sulle bollette. Cos'è? Come richiederlo? Ecco tutto quello che c'è da sapere

Fino al 31 dicembre 2022 le famiglie italiane potranno accedere al Bonus sconto in bolletta per luce e gas, una misura introdotta dal Governo per contrastare i rincari energetici registrati negli ultimi mesi. Il Decreto Ucraina bis ha ampliato la platea a tutti i cittadini con Isee fino a 12mila euro, con l'indicatore della Situazione Economica Equivalente che diventa un requisito fondamentale, così come per ottenere altri sussidi e misure di sostegno alla povertà. Ma cos'è l'Isee? Come si ottiene? Ecco tutto quello che c'è da sapere

Cos'è l'Isee e quali sono i tempi di rilascio

L'Isee è l'acronimo di Indicatore della Situazione economica equivalente ed è uno strumento utilizzato per calcolare la ricchezza delle famiglie italiane. Tale valore consente ai richiedenti di accedere a bonus, aiuti e altre agevolazioni. Esistono diverse modalità per richiedere l'Isee, dalla procedura in autonomia sul sito dell'Inps a quella attraverso i Caf: in entrambi i casi fare l'Isee non prevede nessun costo. Nel primo caso basterà collegarsi al sito dell'Istituto di Previdenza sociale e compilare l'apposito modulo, nel secondo basterà prendere un appuntamento nella sede del Caf pià vicina a casa o comoda da raggiungiere. Per quanto riguarda i tempi di rilascio, l'attesa è di circa 10 giorni a partire dalla data in cui è stata inviata la richiesta del modello. 

Come ottenere l'Isee 2022

Come anticipato nel paragrafo precedente, si può richiedere l'Isee sia online che rivolgendosi agli appositi uffici. Chi sceglie di compilare online la richiesta del modello dovrà collegarsi al sito dell'Inps e compilare la Dsu.

L'Isee online sul sito dell'Inps

Per completare la richiesta sono necessari alcuni dati del richiedente, quindi, prima di iniziare la procedura, è consigliabile munirsi dei documenti che attestano le seguenti informazioni: 

  • dati anagrafici dei componenti del nucleo familiare;
  • dati reddituali;
  • patrimonio immobiliare del nucleo familiare;
  • eventuale titolarità di mutui;
  • canone di locazione pagato dal contribuente, se in una casa in affitto;
  • patrimonio mobiliare del nucleo familiare, come conti correnti, libretti, carte, saldi e giacenze medie di coni correnti di tutti i membri del nucleo familiare;
  • eventuale presenza nel nucleo familiare di membri con disabilità e non autosufficienza;
  • eventuali soggetti rilevanti ai fini del calcolo delle componenti aggiuntive Isee;
  • eventuali trattamenti erogati dall’Inps esenti ai fini Irpef;
  • proprietà di auto, moto, navi e imbarcazioni da diporto.

Il modello richiede inoltre di specificare la composizione del nucleo familiare e i dati relativi ai componenti. Una volta inviata la domanda, sarà l'Inps ad inoltrare tutto all'Agenzia delle Entrate che, in caso di esito positivo dei controlli, invierà nuovamente i dati all'Istituto di Previdenza per generare l'Isee. 

La procedura con Caf e patronati

Richiedere l'Isee online è semplice e comodo, ma per chi ha meno confidenza con la tecnologia e preferisce andare sul sicuro e farsi assistere da un esperto, è consigliabile rivolgersi a Caf e Patronati, società private o servizi di assistenza online. In tutti questi casi il richiedente deve essere in possesso della seguente documentazione: 

  • documento d’identità e codice fiscale del richiedente Isee;
  • codice fiscale di tutti i componenti del nucleo familiare ed eventualmente del coniuge non residente e del figlio a carico non residente;
  • contratto di affitto registrato nel caso in cui si sia in locazione;
  • titolarità di mutuo, se la casa è di proprietà;
  • ultima dichiarazione dei reddito con modello 730, modello Unico, o modelli Cud;
  • certificazioni e/o altra documentazione attestante compensi, indennità, trattamenti previdenziali e assistenziali, redditi esenti ai fini Irpef, redditi prodotti all’estero, borse e/o assegni di studio, assegni di mantenimento per coniuge e figli, compensi erogati per prestazioni sportive dilettantistiche;    
  • documenti relativi al valore del patrimonio mobiliare sia del richiedente Isee che del suo nucleo familiare, da conti depositi bancari e/o postali, libretti di deposito, buoni fruttiferi, titoli di stato, a obbligazioni, azioni, BOT, CCT, fondi di investimento, altri prodotti di investimento, anche detenuti all’estero;
  • saldo e giacenza media annua riferita a depositi bancari e/o postali di due anni precedenti;
  • targa o estremi di registrazione al P.R.A. e/o al R.I.D. di autoveicoli e motoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500cc, di navi e imbarcazioni;
  • certificati catastali, atti notarili di compravendita, successioni, e/o altra documentazione sul patrimonio immobiliare, anche se detenuto all’estero;

Utilizzando una di queste procedure sarà possibile ottenere l'Isee 2022 con le famiglie sotto i 12mila euro che potranno accedere automaticamente allo sconto sulle tariffe energetiche. Sarà l'Inps stessa a selezionare le famiglie con i requisiti necessari per ricevere il bonus, che verrà così applicato sulle bollette

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti i modi per ottenere l'Isee 2022

Today è in caricamento