rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
LAVORO

Cosa cambia con il Jobs Act: i licenziamenti collettivi

Ecco cosa stabilisce il nuovo decreto in caso di licenziamenti collettivi e cosa prevede qualora la fine del rapporto di lavoro riguardi le piccole imprese

Per i licenziamenti collettivi il decreto stabilisce che, in caso di violazione delle procedure (art. 4, comma 12, legge 223/1991) o dei criteri di scelta (art. 5, comma 1), si applica sempre il regime dell'indennizzo monetario che vale per gli individuali (da un minimo di 4 ad un massimo di 24 mensilità). In caso di licenziamento collettivo intimato senza l'osservanza della forma scritta la sanzione resta quella della reintegrazione, cosi' come previsto per i licenziamenti individuali.

Per le piccole imprese la reintegra resta solo per i casi di licenziamenti nulli e discriminatori e intimati in forma orale. Negli altri casi di licenziamenti ingiustificati è prevista un'indennità crescente di una mensilità per anno di servizio con un minimo di 2 e un massimo di 6 mensilità. La nuova disciplina si applica anche ai sindacati ed ai partiti politici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa cambia con il Jobs Act: i licenziamenti collettivi

Today è in caricamento