Giovedì, 28 Ottobre 2021
Green pass

In Italia ci sono ancora milioni di lavoratori non vaccinati

Per Bombardieri, leader della Uil sono "oltre due milioni e mezzo". Da qui la richiesta la premier Draghi di posticipare l'entrata in vigore dell'obbligo della certificazione verde per entrare a lavoro

Ancora milioni di lavoratori senza vaccino. Secondo Pierpaolo Bombardieri, segretario generale della Uil, sarebbero infatti "più di due milioni e mezzo" i lavoratori non ancora vaccinati. Da qui la richiesta al premier Draghi di posticipare l'entrata in vigore del green pass, fissata per il 15 ottobre: da quella data infatti per recarsi al lavoro bisognerà mostrare il green pass per certificare l'avvenuta vaccinazione o il risultato negativo al tampone.

Bombardieri ha chiesto più volte a Draghi di ritardare l'obbligo della certificazione verde sul posto di lavoro "almeno fino a fine ottobre", così da "dare la possibilità a tutti di fare opera di convincimento", considerando che "al momento i tamponi non ci sono, non è possibile prenotarli". Il premier intanto ha firmato oggi il nuovo Dpcm con le regole per il controllo del green pass sui luoghi di lavoro

Green pass e lavoro, riusciremo a garantire i tamponi per tutti?

È difficile avere una stima precisa del numero esatto di lavoratori non ancona vaccinati. Secondo le rilevazioni della Fondazione Gimbe, i lavoratori non vaccinati sarebbero molti di più di quelli citati da Bombardieri. In ogni caso, avverte il presidente Nino Cartabellotta, le strutture sanitarie italiane si troverebbero a dover far fronte a milioni di tamponi a settimana (12-15 milioni, secondo Gimbe) ma "questo non sarebbe proprio fattibile perché non abbiamo questa capacità produttiva".

Per Confidustria non c'è alternativa al green pass: "Niente rinvii"

"Confindustria era favorevole all'obbligo vaccinale da molti mesi ma il governo ha valutato che l'obbligo per legge era una soluzione troppo dirompente che la politica non poteva reggere", ha detto il presidente dell'associazione degli industriali Carlo Bonomi, ribadendo: "A quel punto il green pass sui posti di lavoro era l'unica alternativa" e pertanto "dal 15 ottobre non accetteremo obiezioni e rinvii".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Italia ci sono ancora milioni di lavoratori non vaccinati

Today è in caricamento