rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Paghe da fame

"Io, cameriere a contratto, per tre euro lordi l'ora"

Christian Donelli, giornalista di ParmaToday, ha risposto agli annunci di hotel e ristoranti che cercano personale per le vacanze di Pasqua. Le paghe medie del settore sono ormai sotto la soglia di povertà

Dieci ore di lavoro al giorno, a mille euro lordi al mese. Fanno poco più di 3 euro l'ora. Lordi, sì. C'era una volta il mito della Via Emilia: la strada che taglia il Nord fino al mare Adriatico era anche uno stile di vita, un modello politico di belpaese e di diritti rispettati. Oggi, messa alle spalle la pandemia, il benessere evapora anche qui. Soprattutto per chi ha meno di trent'anni. Christian Donelli, giornalista di ParmaToday, ha risposto agli annunci. L'agriturismo a conduzione familiare, la catena di hotel, il ristorante: cercano disperatamente personale per le vacanze di Pasqua. Ma, con i soldi che offrono, rischiano di non trovare nessuno, perché è difficile accettare compensi ben al di sotto della soglia di povertà. Perfino l'offerta migliore – 1.200 euro lorde per otto ore al giorno – prevede addirittura una percentuale fuori busta: cioè in nero.

Qualcuno dà la colpa al caro energia, alle bollette aumentate e all'inflazione. Può essere anche la concorrenza delle piattaforme di prenotazione online che hanno ridotto i margini di profitto. Oppure la disponibilità di manodopera straniera sottopagata. Ma se il settore è così in difficoltà, come è possibile che circoli tanto contante da assumere i dipendenti in nero? “In nessun caso – racconta Christian Donelli – è stato proposto un contratto di lavoro regolato dal contratto nazionale collettivo del turismo o delle aziende alberghiere”.

L'annuncio che nasconde il record di sfruttamento

La prima risposta arriva da un agriturismo in provincia di Parma. Cercano un cameriere per il servizio ai tavoli, che però riordini e pulisca anche le stanze degli ospiti. L'annuncio parla di sei ore al giorno, dalle 18.30 a mezzanotte e mezzo e la domenica a pranzo. Sono quarantuno ore settimanali, weekend e festivi compresi senza nessuna maggiorazione: 8 euro lordi l'ora, poco meno di millequattrocento euro al mese, sempre lordi. Chiede il giornalista sotto copertura: che tipo di contratto farete? “Si tratta di un contratto a chiamata per un impegno part-time”. Part-time mica tanto, con quarantuno ore alla settimana. Quindi nessuna assunzione? “No, non possiamo assumere personale in questo momento”. 

Emergenza lavoro, ma la paga è da fame - L'inchiesta di Christian Donelli

Il record di sfruttamento è nascosto nell'annuncio successivo. Christian Donelli invia il suo curriculum. La necessità di personale è così urgente che lo chiamano nel giro di dieci minuti. È una struttura turistica, sempre in provincia di Parma. Cercano aiuto cuoco, lavapiatti, camerieri. Ma quanto pagate e con quale contratto? “Non lo diciamo subito, ma in sede di colloquio, perché dipende dall'esperienza”, risponde il datore di lavoro. Applicate un contratto nazionale? “Beh, per ora noi preferiamo i contratti a chiamata, perché possiamo gestire con più flessibilità i nostri collaboratori”. E l'impegno settimanale quanto sarebbe? “È un impegno full time per quanto riguarda i camerieri, che poi sarebbero impiegati anche per la sistemazione e le pulizie delle camere”.

La pagina Facebook per la ricerca di camerieri

Quindi quante ore di lavoro? “La mattina, dopo la colazione, si puliscono le camere a partire dalle 10. All'ora di pranzo c'è da servire ai tavoli. Dopo pranzo, c'è la possibilità di fare una piccola pausa e si riprende con la pulizia dei bagni e delle stanze. La sera poi, ovviamente, ci sono la cena e il dopocena”. Quindi sono sei ore la mattina: dalle 7 alle 13. E quattro il pomeriggio-sera: dalle 16 alle 20. Totale: dieci ore al giorno. “Ma non sarai solo”, rassicurano loro al telefono. Alla fine dicono anche quanto pagano: “Si parla di circa mille euro lordi al mese”. Sperando di avere almeno un giorno di riposo alla settimana, basta dividere lo stipendio per duecentosessanta ore di lavoro mensili ed ecco la paga oraria: 3 euro e 80 centesimi. Lordi.

La finta assunzione: parte della paga è in nero

Il terzo posto lo offre una catena di hotel. Cercano camerieri che servano ai tavoli e puliscano le camere. Otto ore al giorno regolari per sei giorni di lavoro e uno di relax: “Di solito è il lunedì, quando siamo chiusi. Così ti puoi riposare”, dicono al telefono. E quanto pagate? “Si parla di circa 1.200 euro lordi al mese. È superiore a quello che puoi trovare da altre parti, perché ci teniamo a investire sul nostro personale”. Ma anche qui c'è una sorpresa: quindi assunzione regolare e accredito dello stipendio, vuol sapere il giornalista di ParmaToday. “Beh, per la tipologia di contratto ne discutiamo al colloquio – risponde il manager della catena di hotel –. Poi una parte del compenso verrà data fuori busta, sai come funzionano queste cose. Conviene a entrambi”.

Retribuzioni medie annue in Italia (fonte Inps)

Una ricerca dell'Associazione artigiani e piccole imprese di Mestre calcolava nel 2014 una media, per i giovani sotto i trent'anni, di 977 euro netti al mese. Si andava dai 1.426 euro dei bancari e degli impiegati delle società di assicurazioni, ai 1.230 degli autisti di muletti e macchine per il movimento terra. Seguivano gli addetti alle pulizie (721 euro), le baby-sitter (717), le estetiste (705) e le colf (559). Quasi dieci anni dopo, per gli stipendi under 30, l'osservatorio dell'Inps calcola una retribuzione media imponibile di 762 euro al mese nella fascia 20-24 anni e di 1.176 in quella tra 25 e 29 anni. Ma il settore che comprende alberghi e ristorazione è sempre in fondo alla classifica con una media, per tutte le fasce di età, di 615 euro netti al mese: secondo i parametri Istat, sono centocinquantuno euro al di sotto della soglia di povertà.

La riviera questa estate: turni massacranti, paghe da fame - di Chiara Tadini 

Nascosti in tenda per evitare i controlli, l'odissea degli stagionali - di Chiara Tadini

Continua a leggere Today.it

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Today è in caricamento