rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Lavoro

Cosa sono i benefit aziendali e quali sono i più apprezzati

I benefit aziendali danno vita e ad una risorsa indispensabile per il welfare aziendale. Dare ai propri dipendenti l’opportunità di usufruire di beni e servizi non monetari aumenta il loro senso di appartenenza all’azienda

I benefit aziendali rappresentano il modo migliore per valorizzare i propri collaboratori, ma anche per fare in modo che diano il massimo nel proprio lavoro. Offrire questo particolare tipo di opportunità, inoltre, consente di aumentare le possibilità di tenerli a bordo ed evitare così che se ne vadano.

Non bisogna dimenticare, infatti, che le risorse umane rappresentano il cuore pulsante della propria attività. Uno degli obiettivi di un datore di lavoro, quindi, dovrebbe essere quello di creare un ambiente tale da consentire ai propri collaboratori di vivere al meglio il proprio impiego facendoli lavorare in serenità. Uno dei vantaggi più diretti e immediati di una politica di questo tipo è quello di aumentare la produttività e, allo stesso tempo, di dare vita ad un team ben coeso. Ma non solo. I benefit aziendali danno vita e ad una risorsa indispensabile per il welfare aziendale. Dare ai propri dipendenti l’opportunità di usufruire di beni e servizi non monetari aumenta il loro senso di appartenenza all’azienda.

Cosa sono i benefit aziendali

Con il termine benefit aziendali si intendono tutti quei beni o servizi (ma anche agevolazioni) che un’azienda offre ai propri sottoposti. Nella pratica sono una vera e propria forma di retribuzione che viene aggiunta alla tradizionale busta paga ma che nel quotidiano rappresentano un ritorno fondamentale per il benessere in azienda. Accade con molta frequenza che alcuni imprenditori, soprattutto titolari di piccole imprese, siano convinti che offrire ai propri dipendenti dei benefit aziendali sia una spesa eccessiva e inutile. La maggior parte di loro, invece, non sa che non è necessario investire grosse risorse. L’importante è riuscire ad individuare quali siano le esigenze dei propri collaboratori. Ma anche cosa li aiuterebbe a sentirsi meno stressati e a vivere al meglio il proprio tempo in azienda.

Quando presentare i benefit aziendali

Il momento più adatto per presentare i benefit aziendali è nella fase di recruiting delle nuove risorse. Già al momento del colloquio conoscitivo con delle potenziali nuovi risorse, infatti, è bene far conoscere quali siano i vantaggi che la propria azienda propone.

Nel caso in cui, invece, ne vengano introdotti di nuovi, sarebbe opportuno mettere al corrente i dipendenti attraverso l’invio di circolari informative o, in alternativa, di comunicazioni via mail in cui si presentano nel dettaglio le nuove opportunità e come fare per prendervi parte.

Le categorie dei benefit aziendali

I benefit aziendali si possono suddividere in due categorie:

?       Fringe Benefits, sono conosciuti anche con il termine “compensi in natura” e rappresentano beni e servizi non monetari che generalmente fanno parte del CCNL. Questi aiutano a formare il reddito da lavoro dipendente e vengono tassati, ma solo nel caso in cui l’importo finale superi determinate soglie;

?       Flexibal Benefits, rappresentano beni e servizi non monetari che fanno parte del welfare aziendale e che il datore di lavoro può concedere in aggiunta alla classica retribuzione. Grazie all’utilizzo di questi incentivi, i dipendenti riusciranno a trovare una miglior equilibrio tra gli impegni lavorativi e le esigenze personali. La loro peculiarità è che, trattandosi di agevolazioni che vengono istituite in autonomia dall’azienda, non vengono disciplinate all’interno del CCNL. Non compongono, quindi, il reddito da lavoro dipendente e sono esenti da eventuali tassazioni.

Quali sono i benefit aziendali più apprezzati

Come anticipato nel corso dei precedenti paragrafi, esistono diverse tipologie di benefit aziendali. Ma quali sono quelli che vengono maggiormente apprezzati dai propri dipendenti e che, di conseguenza, rappresentano direttamente l’ago della bilancia per scegliere se rimanere in azienda o cambiare impiego?

Eccoli di seguito.

Auto aziendale

L’auto aziendale rappresenta uno dei benefit che vengono proposti con maggior frequenza dalle aziende ai propri dipendenti. Si tratta di un’agevolazione che, generalmente, viene proposta ai collaboratori che svolgono dei ruoli che richiedono, spostamenti giornalieri, continui viaggi o costanti trasferte. Questa opportunità consente al dipendente di poter svolgere il proprio lavoro con maggiore serenità. Soprattutto se andiamo a considerare che, in questo modo, non avrà bisogno di utilizzare la propria vettura con conseguente usura dell’abitacolo.

Telefono aziendale o tablet

Lo smartphone aziendale rappresenta al giorno d’oggi uno dei must-have che consente ai propri collaboratori di svolgere il proprio lavoro al meglio. In alcuni casi, oltre al telefono aziendale, alcune società e mettono a disposizione dei dipendenti dei tablet da utilizzare in alternativa al pc. Soprattutto a coloro che svolgono dei ruoli che richiedono di trascorrere molte ore lontano dalla propria scrivania.

Buoni pasto

I buoni pasto fanno parte delle agevolazioni aziendali più diffuse e maggiormente apprezzate dai dipendenti. Questi benefit vengono proposti, generalmente, ai lavoratori a prescindere dal tipo di ruolo svolto all’interno dell’azienda. La tipologia di buono pasto può variare molto in base al settore di appartenenza dell’attività dell’azienda o alla volontà del datore di lavoro. Chi opera nella ristorazione, ad esempio, può fruire di un pasto durante il proprio turno di lavoro. In altri casi, invece, le società preferiscono assegnare ai propri collaboratori un buono pasto di valore variabile che il dipendente può decidere di spendere come meglio crede.

Remote working

In seguito alla diffusione della pandemia sono cambiate molte dinamiche nell’ambito lavorativo. E sempre più aziende si sono trovate costrette a proseguire con la propria attività facendo svolgere il lavoro dei propri dipendenti in remote working. Dopo i primi momenti di organizzazione, sono state molte le aziende che hanno capito come l’opportunità di svolgere il proprio impiego da remoto sia estremamente utile per ridurre i costi di spostamento che alcuni dipendenti sono obbligati a sostenere quotidianamente. Inoltre, questa opportunità permette di trovare un migliore equilibrio tra vita privata e lavorativa, senza per questo andare a compromettere la produttività aziendale. Offrire ai propri collaboratori di lavorare in smart working è sinonimo di grande fiducia, di elasticità mentale e di innovazione. Tutte caratteristiche in grado di attirare grandi talenti alla propria società.

Convenzioni per centri sportivi e attività di svago

Concedere questa opportunità ai propri dipendenti è un ottimo modo per far capire loro quanto l’azienda consideri importante la loro serenità mentale e fisica. Ottenere queste convenzioni è davvero molto semplice: basta mettersi in contatto con il centro sportivo o delle società che si occupano di svago (come, ad esempio, cinema, parchi divertimento, teatri, ristoranti, etc) e stipuli un accordo che possa andare bene ad entrambe le parti.

Assicurazione sanitaria

L’assicurazione sanitaria è un benefit che già da anni viene proposto nelle aziende oltre oceano. Negli ultimi anni, per fortuna, è approdato anche in Italia conquistando i consensi da parte dei dipendenti. Avere la possibilità di avere degli sconti e per visite mediche e dentistiche è un’opportunità apprezzata soprattutto per chi ha famiglia.

Nido aziendale

Una delle preoccupazioni che stressa molto i genitori è quella di riuscire a iscrivere i propri figli ad un asilo nido o ad una scuola materna in cui portare i bambini durante i propri turni di lavoro. Il problema dei genitori è quello di non riuscire sempre a trovare delle strutture tali che permettano di svolgere il proprio lavoro all’interno di precisi turni giornalieri.

Un’azienda che offre ai propri dipendenti l’opportunità di portare i figli al nido o alla scuola dell’infanzia aziendale, alleggerisce i lavoratori da questa preoccupazione, rendendoli più produttivi. Ma limita anche drasticamente la possibilità che si presentino in ritardo al lavoro a causa di corse in mezzo al traffico da una parte all’altra della città la mattina presto. O che si allontanino prima del termine di una riunione perché, altrimenti, nessun altro può andare a prenderli a scuola.

Attività extra

Un ottimo sistema per fare in modo che il proprio team di lavoro sia sempre coeso e riesca ad esprimere al massimo la propria produttività e creatività, è quello di creare delle situazioni in cui i propri dipendenti riescano a vivere serenamente l’azienda anche al di fuori dell’orario di lavoro. Ci stiamo riferendo, ad esempio, a weekend organizzati, giornate nei parchi divertimento, cene al ristorante o passeggiate in montagna.

Orario flessibile

Offrire ai propri dipendenti l’opportunità di scegliere degli orari flessibili in cui svolgere il proprio impiego, è un ottimo sistema per fare in modo che anche loro riescano a trovare il giusto equilibrio tra la famiglia e il lavoro. In questo modo, quindi, riusciranno a vivere con meno ansia e stress il lavoro. Anzi. Risulteranno ancora più produttivi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa sono i benefit aziendali e quali sono i più apprezzati

Today è in caricamento