Giovedì, 26 Novembre 2020

Come chiedere scusa al lavoro: 5 consigli utili

Sul lavoro capita a tutti di commettere qualche errore, d'altronde, come dice un celebre aforisma "soltanto chi non fa, non sbaglia". L'importante è saper recuperare e chiedere scusa nel modo giusto: ecco alcune 'dritte' per affrontare questo genere di situazioni

Foto di repertorio

Saper chiedere scusa nel modo e  momento giusto è una qualità apprezzata sia nella vita privata che in quella professionale. Spesso al lavoro nascono delle tensioni tra i colleghi, situazioni che potrebbero compromettere anche la qualità del lavoro. Se anche tu hai sbagliato, hai in qualche modo offeso e ferito qualcuno, devi essere pronto a chiedere scusa e cercare di rimediare all’accaduto. Ecco alcuni consigli che ti potranno tornare utili per scusarti con gli altri. 

Saper chiedere scusa: una qualità importante

Spesso succede di entrare in contrasto con qualcuno, sia nella vita personale che in quella professionale. Si tratta di tensioni e malesseri che a lungo andare, se non si arriva ad una soluzione, possono compromettere non solo le relazioni con gli altri, ma anche la qualità del lavoro. Fare del male o ferire non sempre è qualcosa di premeditato. Può infatti succedere che, in maniera del tutto involontaria, con parole ed azioni si finisca per essere poco delicati e sensibili. Ebbene, se anche tu ti sei trovato in questa particolare situazione, se anche tu hai offeso o ferito un tuo collega di lavoro, sappi che chiedere scusa è un passo molto importante da compiere. Considera che passerai gran parte del tuo tempo sul posto di lavoro, dunque fai in modo di costruire dei rapporti sinceri, trasparenti e di fiducia con gli altri se vuoi lavorare in un ambiente sereno e tranquillo. Saper chiedere scusa nel modo giusto e soprattutto nel momento giusto è una qualità molto apprezzata non solo da un punto di vista professionale ma anche personale. 

Chiedere scusa deve essere qualcosa di sincero

Chiedere scusa tanto per fare, non ti porterà nessun giovamento. Impara che non tutte le scuse sono sincere, molte sono solo di facciata ma in realtà la persona che ha fatto il torto non si sente assolutamente pentita. Come riconoscere una scusa sincera e veritiera? Devi sapere che una buona scusa si compone di due elementi fondamentali: 

  • l’evidente rammarico della persona che ha commesso il torto;
  • ammetterei gli errori fatti ed essere pronti a rimediare in qualche modo.

Se la scusa ha queste due caratteristiche si tratta di qualcosa di sincero. 

Come chiedere scusa: consigli utili

Le scuse sono davvero importanti, perché tutti possono sbagliare ma l’importante è rendersi conto delle azioni fatte, delle parole dette e cercare di rimediare. Tuttavia, non fare l’errore comune di chiedere scusa per ogni minima cosa. In questo modo agli occhi di collegi e dirigenti apparirai come una persona fragile, debole, di cui poter approfittare. Ad esempio, se lasci la tazza sul tavolo, oppure fai ritardo di pochi minuti, non esagerare nello scusarti, un semplice mi dispiace sarà più che sufficiente. Ecco alcuni consigli che ti saranno utili quando ti troverai a doverti scusare con qualcuno.

Ammetti le tue colpe

Il primo passo per cercare di rimediare ad un rapporto ormai compromesso è quello di ammettere le proprie colpe. Se hai ferito qualcuno, prima di ogni cosa devi ammettere le tue colpe, prenderti le tue responsabilità, sentire il dispiacere e rammarico per quanto detto  o fatto. Senza questo sentimento non potrai mai scusarti in maniera sincera con le altre persone, siano essi colleghi, amici o conoscenti. 

Scusati in un confronto diretto

La cosa più sbagliata e poco naturale è quella di evitare il confronto face to face e chiedere scusa per messaggio. Certo, viviamo nell’era del digitale, dei social media, della tecnologia in tutte le sue forme, ma non sempre questi strumenti possono aiutarti. Se hai fatto un torto a qualcuno, devi essere pronto ad affrontarlo in un confronto diretto. Le scuse fatte di persona sono molto più apprezzate di quelle inviate con un arido messaggio. Infatti, se puoi guardare negli occhi la persona offesa, avrai modo di captare dei segnali importanti, per vedere come reagisce, se accetta le scuse. Anche la persona offesa potrà rendersi conto se le tue scuse sono sincere oppure artificiose, tanto per fare bella figura. 

Sii pronto dare il massimo per farti perdonare

Una volta che ti sei scusato, potrebbe anche succedere che l’altra persona non accetti le tue scuse. In questo caso devi assolutamente mostrarti pronto a dare il meglio di te stesso pur di rimediare agli errori compiuti. Non innervosirti e mantieni i nervi ben saldi anche quando il tuo interlocutore ti dirà: “non accetto le tue scuse”. Se davvero ci tieni ad un rapporto, ti verrà automatico lottare per rimediare e riportare la calma. 

Entra in empatia con la persona offesa

Chiedere scusa significa anche trovare le parole giuste per esprimere il proprio rammarico e dispiacere. Prova a metterti nei panni della persona offesa. Questo ti aiuterà a trovare le giuste parole per scusarti nel miglior modo possibile. Le tue scuse potranno così apparire sincere, leali, trasparenti e soprattutto particolarmente sentite.

Offriti di fare ammenda

Spesso le sole parole non bastano a risolvere la situazione. Dipende dalla gravità del torto fatto. Per questo motivo sii pronto a fare ammenda, ossia a compiere qualcosa di concreto per l’altra persona. Cambia il tuo atteggiamento, mostrati disponibile, rispettoso, altruista e pronto al confronto. È inutile chiedere scusa se il giorno dopo avrai lo stesso comportamento errato nei confronti di quella persona e tenderai a ferirla di nuovo. Devi migliorarti ogni giorno, questo non solo gioverà alla tua carriera professionale, ma ti renderà una persona migliore nella vita, capace di costruire rapporti duraturi. Siamo animali sociali, non possiamo vivere da soli ed è proprio per questo che imparare a costruire solide relazioni interpersonali ci aiuta a crescere e svilupparci sia sul lavoro che nella vita privata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come chiedere scusa al lavoro: 5 consigli utili

Today è in caricamento