Sabato, 25 Settembre 2021
Lavoro

Laureati per il Pnrr, 500 assunzioni nei ministeri: i requisiti e come candidarsi al concorso

Ultima settimana per candidarsi al concorso per laureati per il Pnrr: i termini per presentare la domanda scadono il 20 settembre. Le info su requisiti e prove di ammissione

C'è tempo fino al 20 settembre per presentare la propria domanda al concorso per il reclutamento di 500 laureati per il Pnrr.

A metà agosto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando di concorso per l'assunzione di 500 nuovi funzionari - laureati in discipline economiche, giuridiche, statistico-matematiche e ingegneristiche - da dedicare alle attività di governance del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per rinnovare la Pubblica amministrazione. I neo assunti saranno assegnati alle strutture dei vari ministeri e della Presidenza del consiglio dei Ministri incaricate di svolgere le funzioni di monitoraggio e supervisione sull'attuazione degli investimenti e delle riforme previste dal Pnrr.

Concorso laureati per il Pnrr, come presentare la domanda

La domanda può essere presentata fino alle 14 del 20 settembre 2021 attraverso il portale dedicato (raggiungibile a questo indirizzo). Per farlo occorre disporre di Spid e di un indirizzo di posta certificata Pec intestate a sé. "La procedura di selezione prevista dal bando è innovativa e intende garantire tempi di completamento rapidi: prevede una sola prova scritta e la valutazione dei titoli di studio, senza prova orale", garantisce il sito Italiadomani, il portale ufficiale dedicato al Pnrr.

Chi può candidarsi al concorso per 500 funzionari Pnrr

Tutte le assunzioni saranno a tempo determinato per un periodo anche superiore a 36 mesi, ma non eccedente la durata di completamento del Pnrr e comunque non oltre il 31 dicembre 2026.

Queste le suddivisioni previste:

  • 198 unità per il profilo economico;
  • 125 unità per il profilo giuridico;
  • 73 unità per il profilo statistico-matematico;
  • 104 unità per il profilo informatico, ingegneristico, ingegneristico gestionale.

E questi i requisiti: 

  • cittadinanza italiana ovvero cittadinanza di altro Stato membro dell'Unione europea;
  • età non inferiore ai diciotto anni;
  • possesso almeno del seguente titolo di studio: laurea;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni previste dal concorso;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall'elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti o licenziati
    da un impiego statale;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l'interdizione dai pubblici uffici;
  • per i candidati di sesso maschile, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa italiana.

Le prove del concorso

Il concorso, ai sensi della riforma contenuta all’articolo 10 del DL 44/2021, si articolerà attraverso due fasi. È prevista una prova selettiva scritta, distinta per i codici di concorso, che si svolgerà esclusivamente mediante l'utilizzo di strumenti informatici e piattaforme digitali, anche in sedi decentrate e anche con più sessioni consecutive non contestuali, assicurando la trasparenza e l’omogeneità delle prove. Poi si provvederà alla valutazione dei titoli, distinta per i codici di concorso, che sarà effettuata solo a seguito dell'espletamento della prova scritta, con esclusivo riferimento ai candidati risultati idonei alla prova e sulla base della documentazione prodotta.

Bando di concorso per 500 laureati per il Pnrr (il testo in Gazzetta Ufficiale)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laureati per il Pnrr, 500 assunzioni nei ministeri: i requisiti e come candidarsi al concorso

Today è in caricamento