Giovedì, 3 Dicembre 2020
Bandi e concorsi

Concorso pubblico, ministero della giustizia: 400 direttori (a tempo indeterminato) in tutta Italia

C’è tempo fino al 17 dicembre per presentare la propria domanda di ammissione. I posti disponibili, i requisiti e come avviene la selezione

E' uscito il bando di concorso, pubblicato dal Ministero della Giustizia, per il reclutamento di 400 direttori. I vincitori del concorso saranno assunti con contratto a tempo indeterminato nel ruolo di Direttore (Area III/F3 dell'amministrazione giudiziaria): il concorso rientra tra quelli previsti dal Decreto Rilancio.

I posti disponibili

  • 3 posti – Uffici giudiziari nazionali e Amministrazione centrale – (Codice CASS);
  • 5 posti – Distretto della Corte di Appello di Ancona – (Codice AN);
  • 1 posto – Distretto della Corte di Appello di Bari – (Codice BA);
  • 37 posti – Distretto della Corte di Appello di Bologna – (Codice BO);
  • 20 posti – Distretto della Corte di Appello di Brescia – (Codice BS);
  • 2 posti – Distretto della Corte di Appello di Cagliari – (Codice CA);
  • 3 posti – Distretto della Corte di Appello di Caltanissetta – (Codice CL);
  • 1 posto – Distretto della Corte di Appello di Campobasso – (Codice CB);
  • 2 posti – Distretto della Corte di Appello di Catania – (Codice CT);
  • 5 posti – Distretto della Corte di Appello di Catanzaro – (Codice CZ);
  • 40 posti – Distretto della Corte di Appello di Firenze – (Codice FI);
  • 25 posti – Distretto della Corte di Appello di Genova – (Codice GE);
  • 3 posti – Distretto della Corte di Appello dell’Aquila – (Codice AQ);
  • 5 posti – Distretto della Corte di Appello di Lecce – (Codice LE);
  • 2 posti – Distretto della Corte di Appello di Messina – (Codice ME);
  • 45 posti – Distretto della Corte di Appello di Milano – (Codice MI);
  • 31 posti – Distretto della Corte di Appello di Napoli – (Codice NA);
  • 3 posti – Distretto della Corte di Appello di Palermo – (Codice PA);
  • 7 posti – Distretto della Corte di Appello di Perugia – (Codice PG);
  • 9 posti – Distretto della Corte di Appello di Potenza – (Codice PZ);
  • 2 posti – Distretto della Corte di Appello di Reggio Calabria – (Codice RC);
  • 54 posti – Distretto della Corte di Appello di Roma – (Codice RM);
  • 4 posti – Distretto della Corte di Appello di Salerno – (Codice SA);
  • 45 posti – Distretto della Corte di Appello di Torino – (Codice TO);
  • 16 posti – Distretto della Corte di Appello di Trieste – (Codice TS);
  • 30 posti – Distretto della Corte di Appello di Venezia – (Codice VE).

Sul concorso opera la riserva del 30% dei posti, distribuiti su base distrettuale, a favore dei volontari FF.AA.

Per la partecipazione al concorso è richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

Diploma di Laurea di vecchio ordinamento (DL) in:

  • Giurisprudenza;
  • Economia e commercio;
  • Scienze politiche;

ovvero

Laurea Specialistica (LS) in:

  • 22/S Giurisprudenza;
  • 102/S Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica;
  • 64/S Scienze dell’economia;
  • 84/S Scienze economico-aziendali;
  • 57/S Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali;
  • 60/S Relazioni internazionali; 70/S Scienze della politica;
  • 71/S Scienze delle pubbliche amministrazioni;
  • 88/S Scienze per la cooperazione allo sviluppo;
  • 89/S Sociologia;
  • 99/S Studi europei:

ovvero

Laurea Magistrale (LM) in:

  • LMG/01 Giurisprudenza;
  • LM-77 Scienze economico-aziendali;
  • LM-87 Servizio sociale e politiche sociali;
  • LM-52 Relazioni internazionali;
  • LM-56 Scienze dell’economia;
  • LM-62 Scienze della politica;
  • LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni;
  • LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo;
  • LM-88 Sociologia e ricerca sociale;
  • LM-90 Studi europei;

ovvero

  • titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.

E’ altresì richiesto il possesso di almeno uno dei seguenti titoli:

  • avere prestato servizio nell’amministrazione giudiziaria, nella qualifica di funzionario giudiziario, per almeno cinque anni, senza demerito;
  • avere svolto le funzioni di magistrato onorario, per almeno cinque anni, senza essere incorso in sanzioni disciplinari;
  • essere stato iscritto all’albo professionale degli avvocati, per almeno cinque anni consecutivi, senza essere incorso in sanzioni disciplinari;
  • avere svolto, per almeno cinque anni scolastici interi (ivi compresi i periodi di docenza svolti in attività di supplenza annuale), attività di docente di materie giuridiche nella classe di concorso A-46 Scienze giuridico-economiche (ex 19/A) presso scuole secondarie di secondo grado;
  • essere da almeno due anni ricercatore ai sensi dell’articolo 24, comma 3, lettera b), della legge 30 dicembre 2010, n. 240, in materie giuridiche;
  • avere prestato servizio nelle forze di polizia ad ordinamento civile o militare, nel ruolo degli ispettori, o nei ruoli superiori, per almeno cinque anni;
  • avere conseguito il titolo di dottore di ricerca in materie giuridiche e avere svolto attività lavorativa per almeno sei mesi presso una pubblica amministrazione in posizione funzionale per l’accesso alla quale è richiesto il possesso del diploma di laurea;
  • avere svolto attività lavorativa per almeno cinque anni presso una pubblica amministrazione in posizione funzionale per l’accesso alla quale è richiesto il possesso del diploma di laurea.

La procedura selettiva prevede la valutazione dei titoli dei candidati e il superamento di un colloquio orale. I candidati saranno esaminati dalle Commissioni costituite presso il Comune limitrofo, secondo le nuove modalità adottate per i concorsi pubblici per evitare il Contagio dal Coronavirus.

Ogni candidato potrà fare domanda per un solo distretto. La domanda di ammissione al concorso del Ministero della Giustizia per Direttori dovrà essere presentata esclusivamente in via telematica entro il 17 dicembre a questo indirizzo.

Trovate tutte le informazioni complete e dettagliate sui requisiti per l'ammissione, sui termini e sulle modalità di presentazione della domanda, sulle commissioni esaminatrici, sulla valutazione dei titoli e sull'ammissione all'esame orale, sulla stesura della graduatoria di merito, sull'assunzione in servizio all'interno del bando.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso pubblico, ministero della giustizia: 400 direttori (a tempo indeterminato) in tutta Italia

Today è in caricamento