Lavorare all’estero: cosa bisogna sapere prima di cercare lavoro

Ecco alcune cose che devi assolutamente conoscere prima di metterti a cercare lavoro all’estero

Se stai seriamente pensando di cambiare vita e di trasferirti all’estero per cercare lavoro, devi assolutamente pensare ai vari aspetti e dinamiche che entrano in gioco. Una scelta del genere non è una passeggiata e non può essere presa su due piedi. Bisogna pensare a tutti i pro e i contro, ma anche raccogliere il maggior numero di informazioni possibili sul posto in cui ci si vuole trasferire. Ecco alcune cose che devi assolutamente conoscere prima di metterti a cercare lavoro all’estero.

Lavorare all’estero: una decisione importante

Decidere di andare all’estero per trovare lavoro è un passo decisivo nella vita di una persona. Una decisione che potrebbe davvero cambiarti la vita, a cui pensare con molta calma e lucidità mentale. Andare in un Paese che non si conosce non è facile, rappresenta un vero e proprio investimento. Sono tantissime le variabili che inevitabilmente entrano in gioco, così come sono numerose le cose da dover organizzare e conoscere prima di compiere il grande passo. Tuttavia, nel corso degli ultimi anni sono stati in tanti a decidere di lasciare l’Italia per lavorare all’estero. Solitamente sono proprio le persone che non riescono ad affermarsi professionalmente in Italia che decidono di tentare la fortuna e di emigrare alla ricerca di migliori condizioni di vita e di lavoro. 

Le cose da sapere prima di cercare lavoro all’estero

Partire e cercare lavoro all’estero non è qualcosa da improvvisare, lasciando tutto al caso. Se vuoi cambiare la tua vita ed avere possibilità di affermarti professionalmente, devi pianificare tutto e partire preparato. Infatti, ci sono delle informazioni che devi assolutamente sapere prima di partire alla volta di una vita e di un lavoro migliore. Ecco alcuni aspetti da tenere in considerazione ancora prima di fare il biglietto e di salire sull’aereo.

Raccogli informazioni sul luogo di destinazione

Prima di tutto devi decidere una meta ben precisa. Non è qualcosa da lasciare al caso anzi devi essere sicuro e convinto di volerti trasferire proprio in quel determinato luogo. Una volta decisa la meta, cerca tutte le informazioni possibili su quel luogo. Ad esempio, cerca di capire le normative che regolano il mondo del lavoro, se ci sono effettive e concrete possibilità di trovare lavoro, non dimenticarti di informarti sui visti e permessi necessari per entrare e vivere nel Paese che hai scelto. Ad esempio, ci sono dei particolari visti che non ti consentono di lavorare ma solamente di passare del tempo da turista. Si tratta di permessi molto importati, senza i quali rischieresti davvero di essere respinto alla frontiera oppure di essere bloccato direttamente in aeroporto. Informazioni che devi avere prima della partenza. 

Informati sul costo della vita

Oltre alla parte burocratica di visti e permessi necessari per accedere in determinati paesi, informati anche sul costo della vita. Ogni luogo ha costi differenti rispetto agli altri. Ad esempio è risaputo che a Londra la vita costa molto di più che in Italia, ma anche gli stipendi sono più alti. Ebbene, cerca di farti un’idea su quanto potresti guadagnare e le spese da dover sostenere, così da renderti conto se potrai vivere dignitosamente oppure no. Questo ti permetterà di partire preparato, senza trovarti brutte sorprese al tuo arrivo. Da non sottovalutare neanche le informazioni relative alle modalità di ricerca del lavoro all’estero e degli alloggi. Per questo potranno esserti utili i social che ormai sono diventati degli ottimi strumenti per la ricerca di lavoro e di alloggi. 

Lavorare all’estero e la conoscenza della lingua

Se ti vuoi trasferire all’estero saprai che dovrai imparare una nuova lingua, in quanto l’italiano non sarà sufficiente. In tanti fanno l’errore di preoccuparsi della conoscenza della lingua solo dopo il trasferimento all’estero. Sappi che questo ti penalizzerà, perché non sarai in grado di interagire con le persone, di chiedere informazioni, di chiedere consigli e di cercare lavoro in maniera adeguata. Il consiglio è quello di partire con una conoscenza basilare della lingua che poi perfezionerai e migliorerai stando sul territorio. Ed ancora, se non conosci la lingua, ti sarà molto più difficile esprimenti ed avere contatti sociali con gli altri. Inevitabilmente aumenterà la sensazione di solitudine e di malinconia. 

Raccogliere informazioni sulle abitudini del posto

Prima di trasferirti per lavorare all’estero è importante conoscere almeno in linea generale, le abitudini di quei luoghi, le usanze e le tradizioni. In questo modo partirai molto più preparato e saprai cosa ti troverai a vivere. Un altro consiglio utile è quello di informarti sulle modalità e strumenti adoperati dai nativi del posto per cercare lavoro. Tanto per fare un esempio inizia considerando le agenzie interinali internazionali che ti aiuteranno a trovare lavoro in poco tempo. Ed ancora, fare un salto presso le agenzie del lavoro addette alla ricerca di lavoro all’estero ti sarà sicuramente utile. 

Prepara il Cv in base al paese in cui ti stai per trasferire

Una mossa strategica è quella di preparare il Curriculum adattandolo al paese che ti ospiterà. Tanto per fare un esempio, la struttura stessa dei Cv anglosassoni è leggermente differente, non prediligendo le presentazioni troppo fantasiose o esuberanti. Prova a modificare il tuo Cv rendendolo molto semplice, chiaro con una struttura classica. Questa mossa potrà aiutarti ad attirare l’attenzione e l’interesse dei datori di lavoro del posto.  Non dimenticare di prestare attenzione anche alla lettera di presentazione, che all’estero è una sorta di primo biglietto da visita a cui fare molta attenzione. 

Pensa ad un piano di riserva

Sii consapevole che questa esperienza di lavorare all’estero potrà andarti bene ma nello stesso tempo ci sono anche dei rischi da mettere in conto. Per tale motivo devi essere pronto ad un eventuale piano di riserva, nel caso il primo a cui hai pensato non vada nel verso sperato. Ad esempio, scegliere un luogo in cui ci sono parenti o conoscenti su cui potersi appoggiare è un ottimo piano, perché nel caso in cui la tua esperienza all’estero non andasse nel verso sperato, non ti ritroveresti da solo, ma con persone pronte ad aiutarti ed indirizzarti verso la giusta direzione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Partire è un vero e proprio atto di coraggio, tuttavia non deve mai essere qualcosa di improvvisato. Pianifica il più possibile la tua esperienza all’estero, così da aumentare le possibilità di successo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lele Mora senza filtri: "Alberto Matano e il suo amico speciale. Garko? Fui io a fargli vincere concorsi, poi lo portai da Tarallo"

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Il Dpcm 25 ottobre chiude l'Italia alle 18 ma...

  • Estrazioni Lotto e numeri SuperEnalotto di giovedì 22 ottobre: numeri vincenti e quote

  • Estrazioni Lotto e numeri SuperEnalotto di oggi sabato 24 ottobre: numeri vincenti e quote

  • Chi è Roberto Zappulla, marito di Maria Teresa Ruta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento