Domenica, 18 Aprile 2021

I primi segnali che il tuo curriculum necessita di aggiornamento

Quando va modificato il curriculum vitae? Con l'evolversi della carriera è giusto tenere aggiornato il proprio cv: ecco i segnali che ci avvertono che è arrivato il momento di farlo

Foto di repertorio

Hai un ottimo percorso di studi, tanta esperienza e molte capacità, ma lo stesso il tuo curriculum vitae sembra non essere più al passo con i tempi. Abbiamo raccolto per te alcuni segnali che dovresti considerare per dare nuova vita al tuo curriculum e magari anche alla tua carriera.

Ruoli e parole chiave

Anche il lavoro evolve: non cambiano solo le competenze ma, spesso, anche le definizioni per uno stesso ruolo. Leggi il tuo curriculum e cerca di capire se i ruoli indicati e le parole utilizzate rispecchino ancora quelle dello scenario lavorativo attuale. Come potresti accorgertene? 

Un primo indizio che qualcosa non vada in questo aspetto può venire dalle ricerche di lavoro; se nel settore di cui sei esperto inizi a vedere annunci con termini che prima non venivano utilizzati, chiediti se siano sinonimi di qualcosa che già sai fare o se, magari, anche le competenze richieste siano cambiate. Nel primo caso, una semplice revisione del curriculum sarà sufficiente (ma fai attenzione ad utilizzare i termini correttamente!). Nel secondo prendi in considerazione l’idea di seguire qualche corso di aggiornamento o di accumulare nuove esperienze.

Dove sei arrivato

Il tuo curriculum potrebbe essere corretto, ma non rispecchiare del tutto i risultati che hai raggiunto, magari perché è da un po’ di tempo che non lo rivedi e, nel frattempo, hai accumulato nuove esperienze e competenze.  Riconsidera le esperienze riportate e aggiungi nuove competenze che potresti aver acquisito. Potrebbe trattarsi dell’uso di un nuovo software o di un ruolo diverso, anche all’interno delle stessa organizzazione, oppure di qualche capacità che hai da tempo ma che fino ad ora non avevi preso in considerazione e che invece potrebbe avere valore.

Un esempio in questo senso sono le competenze trasversali, cioè quelle capacità che non sono legate direttamente al tuo lavoro, ma che potrebbero essere utili in ambito lavorativo, come ad esempio la resistenza al lavoro sotto pressione. 

Serve davvero tutto?

Un altro segnale che indica che il tuo curriculum ha bisogno di un aggiornamento è la sua lunghezza. Rispondi alla domanda se tutto quello che hai scritto sia necessario. Considera inoltre che se sta diventando troppo lungo è di certo positivo per la tua esperienza, ma potrebbe non esserlo altrettanto per un selezionatore, che almeno da una prima occhiata, non avrà il tempo di leggere tutto e potrebbe quindi tralasciare anche aspetti importanti. 

Se sono presenti esperienze lavorative molto datate, valuta di concentrarle o addirittura di eliminarle. Se hai quindici anni di carriera alle spalle, i lavoretti svolti al primo anno di università per pagarti gli studi potrebbero non essere più molto rilevanti.
A questo proposito considera di eliminare anche le informazioni non necessarie. Capiamo che vorresti dire tutto di te, ma considera quanto ti abbiamo appena detto: il tempo dedicato alla lettura di un curriculum è davvero minimo. Elimina quindi le informazioni ridondanti, come ad esempio la tua professione, se presente in più parti del CV (ad esempio nell’intestazione e di nuovo nelle ultime esperienze).

Altre informazioni inutili

Un ulteriore segnale della necessità di dare una rinfrescata al tuo curriculum è la presenza di informazioni datate o inutili; una data di qualche anno fa, non aggiornata e magari riportata solo in fondo all’ultima pagina del curriculum non è un bel segnale. Non lo sono nemmeno informazioni che fino ad un po’ di anni fa erano indispensabili. Un esempio è l’indirizzo di casa, che può essere utile se ti candidi per un ruolo che richiede la residenza nella zona di lavoro, ma lo è molto meno se il tuo lavoro si svolgerà in remoto.
Anche la tua fotografia potrebbe essere da rivedere; considera che non sempre è vantaggioso inserire la propria immagine, soprattutto se non è professionale. Nel caso lo fosse, evita di utilizzare quella foto che ricicli da anni, soprattutto se non corrisponde più alla tua immagine attuale.

I social media

Un altro segnale che indica che il tuo curriculum avrebbe bisogno di essere aggiornato sono i riferimenti ai social media. Sono molto utili, ma verifica innanzitutto che i link riportati siano corretti e aggiornati.

Fai anche attenzione a quali profili social colleghi al tuo curriculum; LinkedIn è di solito il più consigliato, ma nulla vieta di inserire anche i link ad altri profili. Fai però attenzione ai contenuti accessibili a chi visionerà il tuo curriculum. Chiediti se rispecchino l’immagine professionale necessaria per il tuo lavoro. Se la risposta è no, evita di inserire un collegamento diretto. 

Fai attenzione anche ad altri link (come ad esempio i codici QR o i collegamenti ai lavori svolti in precedenza). Oltre a controllare che siano attivi e che carichino correttamente le informazioni, accertati anche che i contenuti a cui rimandi diano qualche informazione in più rispetto a quanto hai già scritto nel curriculum.

Il formato

Un ultimo segnale a cui dovresti fare attenzione per capire se il tuo curriculum ha bisogno di essere rivisto è il formato grafico utilizzato. Il modello del CV europeo che hai scelto qualche anno fa potrebbe andare ancora bene, ma controlla che sia il più recente disponibile e che riporti le diciture corrette, soprattutto in materia di trattamento dei dati personali. 

Tieni presente, infine, che una tendenza in questo senso è quella di ottimizzare il proprio curriculum anche in base alla professione svolta; in rete troverai molti esempi che potranno valorizzare ancora di più il tuo percorso. 

Anche quando avrai seguito questi consigli, non lasciare mai il tuo CV abbandonato a se stesso; effettua una verifica periodica, in modo da averlo sempre aggiornato nel caso in cui tu voglia inviarlo in poco tempo. In questo modo non dovrai affrontare revisioni dell’ultimo minuto e avrai invece tutto il tempo necessario per renderlo sempre migliore. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I primi segnali che il tuo curriculum necessita di aggiornamento

Today è in caricamento