Venerdì, 23 Luglio 2021
Lavoro

Come inventarsi un lavoro dopo i 40 anni

Ecco una serie di consigli che ti aiuteranno a "creare" il tuo nuovo lavoro

Da molti anni il mondo del lavoro è decisamente cambiato; trovarsi senza lavoro a più di quarant'anni ormai non è più un’eccezione. Qualunque sia il motivo per cui sei interessato a inventarti un lavoro dopo i quarant'anni, abbiamo creato per te una serie di consigli che ti aiuteranno a "creare" il tuo nuovo lavoro.

Analizza il mercato

Prima di buttarti a capofitto in qualsiasi nuova idea, ti consigliamo di analizzare con attenzione il mercato del lavoro. Cerca di capire quali sono le professioni più richieste al momento nel tuo settore di provenienza oppure in un altro campo che credi possa interessarti. Valuta sia le offerte presenti sul territorio di tuo interesse ma non dimenticare le possibilità date dal mercato del lavoro online. Questa operazione ti servirà sia per capire quanto la tua esperienza possa essere spendibile tra le richieste di lavoro già presenti, sia per capire quali sono i punti sui quali potresti puntare per avere più possibilità di lavoro.

Anche se hai lavorato fino a poco tempo fa, considera sempre che il mercato del lavoro e le figure professionali richieste sono in continua evoluzione, per cui professioni molto richieste anche fino a pochi anni fa potrebbero essere ancora presenti ovviamente, ma con nuove competenze e capacità.

L’importanza della formazione

Conseguente a quanto ti abbiamo detto nel paragrafo precedente è l'importanza della formazione. Se vuoi inventarti un lavoro dopo i quarant'anni seguire un corso di formazione potrebbe essere un'ottima idea. Ne trovi di ogni tipo: gratuiti e a pagamento, online o dal vivo. Non avrai che l'imbarazzo della scelta, ma prima di decidere su quale corso puntare assicurati però della professionalità dei formatori e di chi propone il corso. Considera inoltre che, molto spesso, esistono corsi di formazione specifici per le persone over 40 alla ricerca di un nuovo lavoro.

Questa tipologia di corsi potrebbe essere vantaggiosa sia perché è pensata per una fascia di età simile alla tua, sia perché, molto spesso, oltre al costo in sé vengono proposti affiancamenti da parte di tutor, con l'obiettivo specifico di aiutare gli studenti a trovare o reinventarsi un lavoro.

Trasformare un hobby in lavoro

Guadagnare dal proprio hobby è uno dei sogni di molte persone, ma non credere che si tratti di un’utopia. Quella passione che coltivi magari da tanto tempo potrebbe realmente trasformarsi in un'opportunità di guadagno o addirittura nella tua nuova carriera. Potrebbe trattarsi di una passione per la cucina, per i dolci, per la riparazione di oggetti rotti, per il collezionismo o l’antiquariato. Questi sono solo alcuni tra i tanti esempi, ma servono per farti capire come qualcosa che magari fino a ieri avevi riservato ai pochi ritagli di tempo libero possa trasformarsi in un’opportunità.

Per guadagnare da un hobby è però necessario considerarlo molto seriamente. Per fare questo devi innanzitutto informarti sulle competenze aggiuntive che potresti acquisire per renderlo un lavoro di elevata qualità. Facciamo un esempio: se la tua passione è quella di creare dolci, seguire un corso di formazione sarà un strumento in più per dare maggiore credibilità alla tua proposta e distinguerti quindi rispetto alle persone che continuano a svolgerla semplicemente come una passione.

Punta in alto (con i piedi per terra)

Legato a quello che abbiamo detto nell'ultima parte del paragrafo precedente il consiglio è quello di puntare in alto. Qualunque sia la tua idea per lanciarti nel mondo del lavoro, è importante che tu ci creda fino in fondo. Datti degli obiettivi, ma nel crearli cerca di puntare in alto senza tuttavia pretendere di ottenere obiettivi difficilmente raggiungibili nel breve tempo. Da questo punto di vista un’idea semplice da seguire potrebbe essere quella di scrivere i tuoi obiettivi e suddividerli poi in traguardi più piccoli che ti aiuteranno a capire come realizzarli più fretta. In secondo luogo saranno anche un ottimo spunto per non perdere mai la motivazione del conseguimento dell'obiettivo che ti sei posto.

Le tue risorse a disposizione

Un altro aspetto fondamentale da considerare per inventarsi un lavoro dopo i quarant'anni sono le risorse che possiedi. In questo aspetto rientrano ovviamente le risorse di tipo materiale che potrebbero tradursi nelle possibilità finanziarie di investimento per la tua nuova attività. A questo proposito ti consigliamo di non investire mai tutto quello che possiedi, ma piuttosto limitati ad una somma che stabilirai necessaria per il primo anno di attività. Fai in modo di avere sempre una piccola riserva che ti consenta di trovare un ulteriore piano alternativo nel caso in cui la tua attività non dovesse andare come sperato.

Anche altre risorse potrebbero trasformarsi in un'opportunità di lavoro dopo i quarant’anni. Potrebbe trattarsi della seconda casa che utilizzi raramente e che potrebbe quindi trasformarsi in un investimento nel settore degli affitti a breve termine oppure altri beni di tua proprietà dal quale potresti ricavare un valore o che potrebbero essere una base per un investimento di tipo professionale.

Anche in questo caso gli esempi sono tantissimi: potrebbe trattarsi dell'auto ormai d’epoca che hai ristrutturato con molta passione e che potrebbe diventare la prima di una serie di lavori di restauro nel caso questo sia il tuo hobby, oppure semplicemente potresti sfruttarla come una risorsa da affittare. Anche in questo caso stiamo facendo degli esempi a titolo puramente indicativo; quello che vogliamo però spingerti a pensare è di riconsiderare le cose che già possiedi sotto un'ottica diversa. In questo consiglio rientrano anche le capacità che potresti avere acquisito nella tua precedente carriera lavorativa o semplicemente nel corso del tempo.

In questo caso facciamo riferimento a quelle che nel mondo del lavoro vengono definite come soft skills che non sono altro che le competenze trasversali non specifiche di un lavoro, ma che è una persona potrebbe possedere. Ad esempio rientrano in questa categoria la capacità di organizzazione e di risoluzione dei problemi o la propensione al lavoro di squadra, che magari potresti avere acquisito praticando uno sport.

Investire in un franchising

Per inventarti un lavoro dopo i quarant'anni potresti anche affidarti alle numerose proposte di franchising che sono presenti sul mercato. Ne trovi davvero di ogni tipologia, in tutti settori e con investimenti anche minimi. Il franchising potrebbe rappresentare un’idea perché ti consente di entrare in un settore professionale senza doverti preoccupare di tutti gli aspetti necessari alla tua attività. In altre parole è il franchisor che ti propone un pacchetto preconfezionato, solitamente già a e testato e funzionante. Nel caso tu decida di investire in un franchising, ti consigliamo di fare particolare attenzione a quello che prevede il contratto e di dedicare un po' di tempo alla scelta della proposta giusta per te e le tue esigenze. Siamo certi che i consigli che ti abbiamo appena dato possono essere un valido aiuto per inventarti un lavoro dopo i quarant’anni. Non ci resta che augurarti buon nuovo lavoro!

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come inventarsi un lavoro dopo i 40 anni

Today è in caricamento