Come dire al tuo capo che vuoi lavorare part-time

Può capitare che, per conciliare vita privata e professionale, si decida di chiedere al proprio datore di lavorare meno ore. Ecco alcuni consigli su come gestire questo tipo di comunicazione

Foto di repertorio

Conciliare vita lavorativa ed esigenze di quella privata non è sempre facile; talvolta invece si ha la necessità o il desiderio di ridurre il tempo passato al lavoro per molte altre motivazioni. Qualsiasi sia la necessità che ti spinge a rivedere il tuo impegno lavorativo, ti spieghiamo come dire al tuo capo che vuoi lavorare part-time

Scegliere il momento giusto

Per prima cosa, scegli il momento adeguato per comunicare questa tua decisione, soprattutto se sai che il tuo capo o il tuo superiore potrebbero non vedere di buon occhio la tua scelta. Evita i periodi di maggiore stress lavorativo e, se possibile, cerca di parlare a tu per tu con il capo durante un momento di calo del lavoro: parlare ad un capo stressato per le troppe scadenze rischierebbe di far percepire la tua richiesta come un ulteriore problema (anche se non dovrebbe affatto esserlo).

Anche il momento della giornata non è indifferente; conosci bene le abitudini delle persone con cui lavori e probabilmente anche del tuo capo. Evita le prime ore dalla mattinata e chiedigli di parlare da soli in un momento in cui sai che sarà meno indaffarato.

A chi chiedere un part time

Evita di commettere un errore che spesso accade e che potrebbe generare malumori e tensioni: il tuo capo deve essere la prima persona a cui comunicherai le tue intenzioni. Scoprilo da qualcun altro, o per sentito dire, ti metterebbe in una posizione negativa, fattore che immaginiamo tu voglia evitare a tutti i costi.Parlando con il capo, motiva anche la tua necessità; non sei obbligato ad entrare nei dettagli e non devi giustificarti in alcun modo, ma semplicemente mettere al corrente il tuo superiore delle motivazioni che ti spingono a questa scelta, aiuterà a trovare una soluzione adatta alle esigenze di entrambi. 

Come fare richiesta

Dopo aver parlato con il capo, chiedigli se la vostra azienda prevede procedure specifiche per questo tipo di domande. Formalizza comunque sempre la tua richiesta, inviando un’e-mail o una comunicazione ufficiale al tuo capo e a chi è responsabile di questo tipo di decisioni (solitamente è l’ufficio risorse umane).

Sii il più preciso possibile nella tua domanda: questo servirà a rasserenar il tuo capo, che vedendo i termini precisi della tua nuova necessità lavorativa, sarà meno agitato o preoccupato nella riorganizzazione del lavoro. Nella richiesta indica chiaramente da quando vorresti iniziare a lavorare part-time e specifica anche la tua volontà di proseguire nelle mansioni che hai svolto fino a prima della domanda. Questo servirà a far capire chiaramente all’azienda che il tuo desiderio è solo un numero di ore di lavoro inferiore, non una ridiscussione totale del tuo ruolo e dei tuoi compiti.

Non c’è un solo part time

Anche se fino ad ora abbiamo parlato di part time in generale, tieni presente che non esiste un solo part time. A seconda della tipologia di lavoro, dimostrati aperto verso le varie possibilità, cercando con il tuo capo la soluzione adeguata al tuo tipo di lavoro. Ad esempio potresti proporre un part time flessibile, con la possibilità di lavorare qualche ora in più nei periodi più intensi, o ancora potresti considerare l’idea di un part time verticale, che concentri cioè le tue ore in alcuni giorni.

Se la tua necessità di lavorare part time è data da un bisogno momentaneo, comunica esplicitamente questo aspetto al tuo capo; a prescindere dagli aspetti specifici dell’organizzazione lavorativa, ti consigliamo ad ogni modo di parlarne con largo anticipo, in modo da dare il tempo di organizzare il nuovo assetto lavorativo nel migliore dei modi. 

Gli aspetti positivi (per l’azienda)

Spesso percepiamo il passaggio ad un lavoro part time come un problema per l’azienda e il datore di lavoro, ma non sempre è così. Se ritieni che nel tuo caso specifico questa richiesta possa avere dei vantaggi oggettivi, cerca di esplicitarli il più possibile. 
Dedica un po’ di tempo a questo aspetto, pensando le ricadute positive per il tuo datore di lavoro. Le motivazioni percepite positivamente potrebbero essere molte, come ad esempio aiutare la tua azienda in un momento di calo del lavoro. Se ne hai modo, potresti dimostrare che la tua produttività non ne risentirà e che questa sua scelta sarà l’occasione per dare una nuova organizzazione a chi lavora con te. 

La tua scelta di lavorare part time potrebbe rivelarsi vantaggiosa anche per i colleghi; se sono presenti persone con contratti a tempo determinato od occasionali, prova a pensare a come queste potrebbero compensare le ore in meno che svolgerai. Chiedi eventualmente la loro disponibilità e proponi al tuo capo una soluzione praticabile e vantaggiosa per tutti. Sarebbe parte del suo lavoro, ma la tua richiesta sarà vista certamente in un’ottica ancora più positiva. 

In altre parole, cerca di dimostrarti il più proattivo possibile in questa richiesta, non facendola percepire come un obbligo ma come una possibilità, ricordando sempre di considerare anche le esigenze del tuo capo. 

E se il capo dice no?

Se nonostante tutto il tuo impegno il capo si rifiutasse comunque di concederti un part time, considera che ci sono alcuni casi in cui questa richiesta non può essere rifiutata. Si tratta tuttavia di casi specifici, che non tratteremo in questa sede. Ti consigliamo però di verificare cosa dice in merito il tuo contratto di lavoro o di richiedere il parere di un professionista nel caso in cui la tua richiesta sia motivata da un bisogno particolare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche di fronte ad un rifiuto, cerca di non compromettere il tuo rapporto di lavoro e prova a capire le motivazioni che lo hanno spinto al diniego. Analizzare la situazione e parlarne è sicuramente la strada migliore per trovare una soluzione vantaggiosa per tutti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I fratelli Bianchi chiedono l'isolamento in carcere: "Hanno paura"

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi sabato 12 settembre 2020: i numeri e le quote

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi martedì 15 settembre 2020: numeri e quote

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi giovedì 17 settembre 2020: numeri e quote

  • Cosa c'è dietro il video dell'autoscontro con i banchi a rotelle nel primo giorno di scuola

  • Coronavirus, 5 bambini positivi in 5 classi diverse: ora tutti in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento