Martedì, 19 Ottobre 2021
Bandi e concorsi

Concorso Ministero di Giustizia, 2.700 posti per cancellieri esperti: il bando

E' stato indetto l'atteso bando di concorso previsto dal DL Rilancio. Saranno selezionati candidati in possesso di diploma da assumere a tempo indeterminato

Il Ministero della Giustizia ha indetto, tramite la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del n.96 del 11-12-2020,  un nuovo concorso per inserire, mediante una selezione pubblica, 2.700 Cancellieri Esperti. E' l'ultimo dei concorsi del Ministero della Giustizia inseriti nel Decreto Rilancio.

Un cancelliere esperto è quel professionista che collabora con il magistrato svolgendo varie attività, come l’assistenza per l’istruttoria e il dibattimento, la redazione e sottoscrizione dei verbali e il rilascio di copie conformi e di ricezione di atti in modalità cartacea e telematica.

i posti disponibili

Il concorso prevede l'inquadramento di 2700 cancellieri (Fascia economica F3) nei ruoli del personale del Ministero della giustizia - Amministrazione Giudiziaria ad eccezione della Regione Valle d’Aosta.

I posti, secondo quanto indicato nel bando, saranno così suddivisi:

  • 113 posti – Uffici giudiziari nazionali e Amministrazione centrale – (Codice CASS);
  • 61 posti – Distretto della Corte di Appello di Ancona – (Codice AN);
  • 80 posti – Distretto della Corte di Appello di Bari – (Codice BA);
  • 136 posti – Distretto della Corte di Appello di Bologna – (Codice BO);
  • 65 posti – Distretto della Corte di Appello di Brescia – (Codice BS);
  • 80 posti – Distretto della Corte di Appello di Cagliari – (Codice CA);
  • 31 posti – Distretto della Corte di Appello di Caltanissetta – (Codice CL);
  • 20 posti – Distretto della Corte di Appello di Campobasso – (Codice CB);
  • 99 posti – Distretto della Corte di Appello di Catania – (Codice CT);
  • 111 posti – Distretto della Corte di Appello di Catanzaro – (Codice CZ);
  • 125 posti – Distretto della Corte di Appello di Firenze – (Codice FI);
  • 65 posti – Distretto della Corte di Appello di Genova – (Codice GE);
  • 48 posti – Distretto della Corte di Appello dell’Aquila – (Codice AQ);
  • 66 posti – Distretto della Corte di Appello di Lecce – (Codice LE);
  • 62 posti – Distretto della Corte di Appello di Messina – (Codice ME);
  • 262 posti – Distretto della Corte di Appello di Milano – (Codice MI);
  • 308 posti – Distretto della Corte di Appello di Napoli – (Codice NA);
  • 180 posti – Distretto della Corte di Appello di Palermo – (Codice PA);
  • 20 posti – Distretto della Corte di Appello di Perugia – (Codice PG);
  • 40 posti – Distretto della Corte di Appello di Potenza – (Codice PZ);
  • 85 posti – Distretto della Corte di Appello di Reggio Calabria – (Codice RC);
  • 242 posti – Distretto della Corte di Appello di Roma – (Codice RM);
  • 62 posti – Distretto della Corte di Appello di Salerno – (Codice SA);
  • 187 posti – Distretto della Corte di Appello di Torino – (Codice TO);
  • 41 posti – Distretto della Corte di Appello di Trieste – (Codice TS);
  • 111 posti – Distretto della Corte di Appello di Venezia – (Codice VE).

Sul concorso opera la riserva del 30% dei posti per i volontari delle FF.AA. come previsto dalla legge.

Requisiti

Per partecipare al Concorso indetto dal Ministero di Giustizia per Cancellieri Esperti bisogna essere in possesso dei requisiti generali generalmente previsti per la partecipazione ai concorsi pubblici. I candidati devono inoltre possedere i seguenti requisiti specifici:

  • avere prestato servizio nell’amministrazione giudiziaria per almeno tre anni, senza demerito;
  • avere svolto le funzioni di magistrato onorario, per almeno un anno, senza essere incorso in sanzioni disciplinari;
  • essere stato iscritto all’albo professionale degli avvocati, per almeno due anni consecutivi, senza essere incorso in sanzioni disciplinari;
  • avere svolto, per almeno cinque anni scolastici interi (ivi compresi i periodi di docenza svolti in attività di supplenza annuale), attività di docente di materie giuridiche nella classe di concorso A-46 Scienze giuridico-economiche (ex 19/A) presso scuole secondarie di II grado;
  • avere prestato servizio nelle forze di polizia ad ordinamento civile o militare, nel ruolo degli ispettori, o nei ruoli superiori, per almeno cinque anni.

Le prove concorsuali e la domanda di ammissione

Il Concorso del Ministero di Giustizia per 2.700 cancellieri esperti prevede la valutazione dei titoli e un colloquio orale.

Il colloquio si svolgerà indicativamente a febbraio 2021 su base distrettuale: i candidati saranno valutati dalla Commissioni dei distretti limitrofi. Qui di seguito trovate le materie a programma:

  • elementi di diritto amministrativo (con particolare riferimento al procedimento amministrativo, al pubblico impiego e alle diverse responsabilita’ dei dipendenti pubblici);
  • elementi di ordinamento giudiziario;
  • elementi di diritto processuale civile;
  • elementi di diritto processuale penale;
  • elementi di ordinamento giudiziario;
  • nozioni sui servizi di cancelleria;
  • lingua inglese (conoscenza verificata attraverso una conversazione che accerti il possesso di competenze linguistiche almeno al livello B1 del QCER);
  • tecnologie informatiche, competenze digitali per favorire processi di innovazione amministrativa e di trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione (con verifica di stampo pratico).

Coloro che fossero in possesso dei requisiti sopraelencati e che intendessero partecipare alla selezione devono mandare la propria domanda di partecipazione entro il prossimo 10 gennaio 2021 a questo indirizzo

Per tutte le informazioni relative alla valutazione dei titoli, all'ammissione all'esame orale, alla validazione della graduatoria di merito, alle modalità di presentazione della domanda e all'assunzioni in servizio vi rimandiamo alla lettura completa del bando.

Il testo per prepararsi alla prova selettiva

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso Ministero di Giustizia, 2.700 posti per cancellieri esperti: il bando

Today è in caricamento