Venerdì, 16 Aprile 2021
Consigli utili

Sette modi per aumentare la possibilità di trovare lavoro

Dai social al curriculum, passando per la lettera di presentazione: ecco alcuni consigli per moltiplicare le chance di fare un colloquio

Foto di repertorio

La ricerca di un lavoro può rivelarsi un’operazione piuttosto lunga e complessa. Tuttavia, esistono delle strategie molto utili che consentono al candidato di accelerare questo processo. E, di conseguenza, di moltiplicare in modo esponenziale le chance di essere chiamato per un colloquio conoscitivo. 

Ma come fare per aumentare le possibilità di trovare lavoro? Quali sono i trucchi davvero efficaci per chi sta cercando un nuovo impiego? Come approcciarsi al meglio quando ci si candida per un offerta di lavoro? Ecco le risposte.

Leggere bene un annuncio

Il primo consiglio in questi casi è quello di leggere bene un annuncio di lavoro. Può sembrare un suggerimento scontato, eppure molte volte accade che la fretta di inviare il proprio cv la faccia da padrona, non permetta al candidato di soffermarsi attentamente sulle skills richieste.

Il recruiter che si occupa della scrematura dei curriculum, tenderà a mettere da parte quelli che non rispettano i requisiti minimi richiesti. Nel caso in cui si disponesse delle competenze riportate nell’annuncio, invece, è buona norma evidenziarle nel documento. Meglio ancora se utilizzando gli stessi termini: in questo modo la propria figura professionale diverrà immediatamente molto più interessante agli occhi dell’head hunter.

Rispondere con celerità

Per aumentare le possibilità di trovare lavoro è indispensabile agire con una certa tempestività. Soprattutto nella fase di invio della propria candidatura. Questo significa che, ad esempio, si avranno più chance di essere chiamati per un colloquio se il cv è stato inviato subito dopo la pubblicazione dell’offerta di lavoro.

Esistono particolari situazioni, tuttavia, in cui un posto di lavoro rimane vacante per diverso tempo, poiché l’azienda non riesce a trovare la figura ideale da inserire all’interno del proprio organico. Si tratta perlopiù di professionisti altamente qualificati o di ruoli manageriali. Ma, alle volte, può riguardare anche l’esigenza di assumere diverse risorse nello stesso comparto. 

Qualsiasi sia la situazione della società in cerca di personale, è bene tenere a mente la regola della risposta tempestiva. Il termine di un’offerta di lavoro può avvenire da un momento all’altro e, molto spesso, si tratta di una questione di pochissimi giorni.

Realizzare dei profili social

Negli ultimi anni è diventato indispensabile avere dei profili social. Soprattutto se si è alla ricerca di un impiego. Il web offre la possibilità di accedere a moltissime piattaforme di social network professionali. Se si vogliono aumentare le possibilità di trovare lavoro, quindi, è preferibile realizzare il proprio profilo Linkedin in cui riportare le principali esperienze lavorative e indicare i propri obiettivi professionali. 

Esistono, inoltre, moltissimi siti di nicchia che si rivolgono a specifiche categorie di settore, al cui interno si possono trovare forum in cui i professionisti condividono le loro opinioni e le loro esperienze. Entrare a far parte di questi piccoli mondi, permette di rimanere sempre aggiornati su eventuali nuove posizioni aperte nelle aziende. 

Perfezionare il proprio cv

Quando si è alla ricerca di un impiego, è indispensabile tenere a mente l’importanza di perfezionare il proprio cv in base alle specifiche esigenze che richiede un’azienda. Questo, ovviamente, non significa riportare delle competenze che non si hanno. Anzi. Quanto piuttosto mettere in risalto le skills che si sono acquisite con gli anni e che vengono espressamente richieste nell’offerta di lavoro come requisiti minimi fondamentali.

Una volta che si è terminato di preparare il documento è necessario tenerlo sempre aggiornato, modificandolo e perfezionandolo di volta in volta e mettendo in evidenza gli aspetti che potrebbero maggiormente interessare al recruiter. 

Creare un network di conoscenze

Rimanere in disparte e nell’ombra non aiuta di certo a trovare un impiego. E’ opportuno, invece, cercare di creare una rete di conoscenze con dei professionisti del settore dove si vorrebbe intraprendere una carriera. In questo modo sarà più semplice rimanere aggiornati su eventuali nuove offerte di lavoro in quell’ambito.

Per ampliare il proprio network è possibile sia iscriversi alle piattaforme social professionali, ma anche partecipando a seminari o corsi professionalizzanti specifici per un determinato settore. 

Preparare un cv originale

Gli addetti alla selezione del personale ricevono ogni giorno centinaia di candidature per la stessa posizione lavorativa. E’ inevitabile, quindi, che qualche cv possa passare in sordina, anche se il suo autore ha le competenze richieste. Come fare, quindi, per cercare di emergere dalle altre persone che hanno risposto all’annuncio?

Una buona strategia in questi casi è quella di essere creativi. Questo non significa esagerare con colori, font troppo arzigogolati o elementi superflui. Anzi. E’ bene verificare di aver scritto in modo grammaticalmente corretto e cercare, piuttosto, un impaginazione del testo che riesca ad essere al tempo stesso formale, elegante, ordinata e che faccia balzare immediatamente all’occhio le informazioni che sta cercando il recruiter. 

Scrivere una lettera di presentazione

Alcuni candidati, presi dalla foga di rispondere ad un annuncio di lavoro, dimenticano spesso di accompagnare il proprio cv da una lettera di presentazione. Eppure, questo elemento molto spesso si dimostra parte determinante al momento della decisione del recruiter di chi chiamare per un colloquio conoscitivo. 

Un buon consiglio è quello di investire qualche minuto del proprio tempo per scrivere qualche riga di presentazione in cui riportare i propri obiettivi professionali e i propri interessi. Ma, soprattutto, dove spiegare ad un potenziale nuovo datore di lavoro perché si è la persona giusta per quel ruolo e perché si dovrebbe essere scelti per quel determinato impiego. 

Chi si occupa della selezione del personale apprezza molto i candidati che scrivono una breve intro su sé stessi prima di inoltrare il proprio cv. In questo modo, infatti, il professionista si dimostra molto interessato alla posizione. Aspetto che, sicuramente, fa guadagnare dei punti in più agli occhi dell’head hunter. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sette modi per aumentare la possibilità di trovare lavoro

Today è in caricamento