Lunedì, 8 Marzo 2021
Bandi e concorsi/ Venezia

Lavorare nella pubblica amministrazione, 22 posti (a tempo indeterminato) al Comune di Venezia

Nuove opportunità di lavoro per laureati in Veneto presso il Comune di Venezia. I requisiti per l’ammissione, i posti disponibili, lo stipendio, il programma delle prove d’esame e il termine per presentare la domanda di ammissione

Nuove opportunità di lavoro per laureati in Veneto presso il Comune di Venezia. E' stata indetta, una selezione pubblica, per titoli e per esami, per inserire a tempo indeterminato 22 profili di istruttore direttivo amministrativo (Cat.D1.). 7 posti, inoltre, sono riservati agli interni ai sensi dell'art.52 comma 1 bis del D.lgs. N 165/2001.  Sul concorso, come indicato all’interno del bando, operano le riserve previste dalla legge per i volontari delle forze armate.

I vincitori del concorso avranno il seguente trattamento economico annuo di base:

  • stipendio tabellare Euro 22.135,47
  • tredicesima mensilità;
  • assegno nucleo familiare, se dovuto, a norma di legge;

Lo stipendio è soggetto alle trattenute di legge erariali, assistenziali e previdenziali.

Requisiti per l’ammissione

Coloro che vogliono partecipare alla selezione devono essere in possesso dei requisiti generali solitamente previsti per la partecipazione ai concorsi pubblici che sono dettagliatamente indicati all’interno del bando.

Devono, inoltre, essere in possesso dei seguenti requisiti specifici:

  • Laurea triennale ovvero Laurea vecchio ordinamento o specialistica o magistrale.

Per i titoli di studio conseguiti all’estero è richiesta la dichiarazione di equivalenza da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri ai sensi della vigente normativa in materia. Il candidato che non è in possesso della dichiarazione di equivalenza deve allegare l’attestazione di avvenuto inoltro alla Funzione pubblica della richiesta di equivalenza. In tal caso il candidato è ammesso con riserva al concorso, fermo restando che dovrà produrre la suddetta dichiarazione, pena la decadenza dalla graduatoria, entro i termini previsti per l’eventuale assunzione e in qualsiasi caso entro 150 giorni dalla data della richiesta di equivalenza inoltrata alla Funzione Pubblica.

Prove d’esame

Il concorso prevede la valutazione dei titoli e tre prove d’esame: due scritte e una orale.

Le prove scritte verteranno sulle seguenti materie:

1^ e 2^ prova scritta

  • Elementi di diritto costituzionale;
  • Diritto amministrativo;
  • Ordinamento istituzionale e finanziario-contabile degli enti locali (D.Lgs.n.267/2000);
  •  Elementi di diritto civile (ad esclusione del diritto di famiglia- imprese e società- successioni per causa di morte-donazioni);
  • Normativa sulla trasparenza, prevenzione della corruzione e privacy;
  • i contratti della Pubblica Amministrazione

Prova orale

La prova orale verterà sulle materie che formano oggetto della prova scritta ed inoltre:

  • Il rapporto di pubblico impiego e gli obblighi di comportamento del dipendente pubblico;
  • Responsabilità civile, penale, amministrativa, disciplinare e dirigenziale;
  • I reati contro la Pubblica Amministrazione.

L'Amministrazione si riserva di procedere a una preselezione se il numero di candidati superasse le 300 unità.

Trovate tutte le informazioni sui criteri di valutazione dei titoli, sulle prove d'esame, sul programma d'esame e sulla graduatoria all'interno del bando.

Domanda di ammissione

Coloro che, in possesso dei requisiti sopra elencati, intendano partecipare al concorso per istruttore direttivo amministrativo (Codice 02/2020) devono presentare la domanda di ammissione entro il prossimo 10 gennaio a questo indirizzo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavorare nella pubblica amministrazione, 22 posti (a tempo indeterminato) al Comune di Venezia

Today è in caricamento