Mercoledì, 2 Dicembre 2020
Italia

Bonus prorogati, 200 euro alle famiglie e aiuti per le imprese: la manovra da 34 miliardi

Nessuna nuova nuova tassa ma diventerà strutturale il regime del taglio del cuneo fiscale entrato in vigore lo scorso luglio. La riforma fiscale con la ridefinizione delle aliquote irpef arriverà solo in un secondo momento

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte con il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri

Il premier Giuseppe Conte e il ministro dell'economia Roberto Gualtieri hanno presentato i contenuti della legge di bilancio 2021 varata dal governo nella notte tra sabato e domenica, una manovra da 39 miliardi di cui 15 provengono dagli aiuti europei. Tra le principali risorse evidenziate dal premier i soldi alla sanità per fronteggiare l'emergenza Covid, al trasporto scolastico (350 milioni da utilizzare nei primi mesi del 2021), i ristori ai settori più colpiti dalla crisi economica e un nuovo ciclo di cassa integrazione.

La novità più importante è la data del 1 luglio 2021 giorno previsto per staccare il primo assegno universale per le famiglie con figli pari a 200 euro al mese per ogni figlio. 

Nessuna nuova nuova tassa ma diventerà strutturale il regime del taglio del cuneo fiscale entrato in vigore lo scorso luglio e che prevede un aumento in busta paga fino a 100 euro per i redditi fino a 40mila euro. La riforma fiscale con la ridefinizione delle aliquote irpef arriverà solo in un secondo momento con una legge delega che sarà operativa, nelle intenzioni del governo, dal 2022.

Tassa sulla prima casa: il Piano dell'Ue millantato da Salvini non esiste

Dal prossimo anno invece scatterà la decontribuzione al 100% per tre anni per le aziende che assumono lavoratori under 35. Prevista la proroga di Opzione donna, il rinnovo di Ape Sociale e l'ampliamento della platea del contratto di espansione attraverso la riduzione dei criteri dimensionali di accesso per le imprese (da 1.000 a 500 dipendenti). Prevista una fiscalità di vantaggio per le imprese del Mezzogiorno che vedono rinnovato lo sgravio del 30% dei contributi per tutti i dipendenti e per i nuovi assunti.

Quattro miliardi di euro verranno destinati a un Fondo per il sostegno di ristoratori e imprese turistiche, mentre altri cinque miliardi di euro sono stati stanziati per finanziare la proroga della Cassa integrazione Covid.

"Vale il principio che la cassa è gratuita per chi ha perdite di una certa entità, sarà in misure minore per chi ha perdite meno importanti mentre "chi non ha avuto perdite dovrà contribuire in misure maggiore".

Da Capodanno le aziende saranno libere di licenziare: come già spiegato tutte le imprese che useranno la Cig Covid non potranno licenziare, mentre non verrà prorogato il blocco dei licenziamenti. Il ministro dell'economia, Roberto Gualtieri, ha spiegato che saranno valutati con i sindacati le modalità per garantire nella fase di emergenza una adeguata tutela. 

Prorogata fino al 30 giugno la moratoria sui mutui e la possibilità di accedere alle garanzie pubbliche fornite dal Fondo Garanzia PMI e da SACE. Fino a fine anno sono bloccati i pignoramenti, mentre i pagamenti delle cartelle esattoriali ripartiranno all'inizio del 2021.

Circa 4,6 miliardi di euro saranno destinati a un fondo di perequazione infrastrutturale, a disposizione del Mezzogiorno, delle aree interne e delle aree di montagna. 

Manovra, i fondi per la sanità

Nella manvra sono previsti i fondi per la proroga delle assunzioni a tempo determinato di 30.000 tra medici ed infermieri impegnati nella lotta al Covid-19. Previsto un fonto per l'acquisto di vaccini e per altre esigenze correlate alla pandemia

Finanziata con 1,2 miliardi di euro a regime l'assunzione di 25.000 insegnanti di sostegno e vengono stanziati 1,5 miliardi di euro per l'edilizia scolastica. È previsto un contributo di 500 milioni di euro l'anno per il diritto allo studio e sono stanziati 500 milioni di euro l'anno per il settore universitario. Sono destinati 2,4 miliardi all'edilizia universitaria e ai progetti di ricerca. Vengono inoltre destinati 600 milioni di euro all'anno per sostenere l'occupazione nei settori del cinema e della cultura.

Prorogati i bonus edilizi

Nella manovra non c'è la proroga del superbonus 110% per gli interventi di edilizia. La proroga - precisano fonti del Ministero dell'Economia - tuttavia avverrà con i fondi del Recovery Fund visto che è già finanziato fino a fine 2021. Mentre gli altri bonus (facciate, ecobonus) in scadenza il 31 dicembre prossimo sono stati rifinanziati e prorogati fino al 30 giugno 2022.

Sul Mes il premier Conte ha mentito agli italiani, Renzi e Zingaretti che fanno?

Conte, sollecitato in conferenza stampa, è anche tornato sulla questione del Mes che ieri aveva definito "non è panacea, vantaggi limitati e rischio stigma": 

"Ho risposto a una domanda ma non vuol dire che la questione del Mes è risolta ieri in conferenza stampa. Ci sono le sedi opportune e ci sarà l'opportunità per parlarne. Anzi vi anticipo: siccome le forze di maggioranza hanno chiesto un momento di confronto ritengo quantomeno opportuno un confronto politico per definire le priorità, per definire un patto in vista della fine Legislatura".

Manovra 2021: che cosa hanno detto Conte e Gualtieri

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus prorogati, 200 euro alle famiglie e aiuti per le imprese: la manovra da 34 miliardi

Today è in caricamento