rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
ECONOMIA

Legge di Stabilità 2015: tutte le novità

Ecco, in sintesi, le norme più importanti contenute nella manovra definita dal ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, "un provvedimento equilibrato e con importanti misure volte a stimolare la crescita economica e la creazione di posti di lavoro"

La manovra è legge. La Camera ha approvato il testo in via definitiva, rendendo operativo il ddl uscito dal consiglio dei ministri del 15 ottobre e modificato nell'esame parlamentare.  I punti cardine restano quelli voluti dal governo: si parte dal bonus di 80 euro che viene reso strutturale per la platea dei lavoratori dipendenti compresi tra gli 8.000 e i 24.000 mila euro di reddito annuo. 

LE NORME CARDINE - Dagli 80 euro - come detto - al bonus bebè, dallo stop ai rincari di Tasi e canone Rai fino al rinnovo dell'ecobonus, sono molte le norme che influiranno sulla vita delle famiglie. Così come sull'attività d'impresa e sul mondo del lavoro. Ecco, in sintesi, le novità più significative.

BONUS - Diventa strutturale il credito d’imposta Irpef per i lavoratori dipendenti: 960 euro per redditi sotto 24mila euro.

BONUS BEBÈ e FAMIGLIE - Dal 2015 al 2017 arrivano 960 euro al mese per i nuovi nati se l’Isee familiare non supera i 25 mila euro. 45 milioni vengono poi destinati per spese per il mantenimento dei figli di famiglie con Isee sotto gli 8.500 euro. Ok anche a 5 milioni per le adozioni internazionali.

TFR BUSTA PAGA -  Dal 1 marzo 2015 al 30 giugno 2018 i lavoratori dipendenti del settore privato possano richiedere la quota maturanda del trattamento di fine rapporto in busta paga.

CASA - Niente aumento Tasi anche per il 2105.

SCUOLA - Un miliardo di euro per il 2015 per un piano straordinario di assunzioni.

ECOBONUS - Proroga delle detrazioni per ristrutturazioni, riqualificazioni energetiche e interventi antisismici.

AMMORTIZZATORI - 2,2 miliardi di euro per il 2015-2016 e 2 miliardi annui dal 2017 in attuazione del Jobs act.

E-BOOK - Ok all’Iva al 4% anche per i libri elettronici.

CANONE RAI -  Niente aumenti. Si pagherà come nel 2014.

SOCIAL CARD - Il Fondo aumenta di 250 milioni all’anno.

EDILIZIA SOCIALE - 130 milioni fino al 2018 per l’edilizia residenziale pubblica e sociale.

IMMIGRATI - Aumenta di 187,5 milioni di euro annui dal 2015 il Fondo nazionale per le politiche ed i servizi di asilo.

FONDO GARANZIA PMI - La garanzia è destinata a tutte le imprese sotto i 499 dipendenti, non più solo alle piccole.

IRAP E COSTO DEL LAVORO - Deduzioni per il costo complessivo del personale dipendente. L’agevolazione vale anche per le imprese senza dipendenti, come gli artigiani, grazie ad un credito d’imposta Irap, pari al 10%, utilizzabile in compensazione. Abrogato il taglio Irap previsto nel dl Irpef.

PARTITE IVA - Per le partite Iva arriva un regime forfettario di con un’aliquota unica del 15% e soglie di ricavi diverse: da 15.000 euro per le attività professionali a 40.000 per il commercio. Potranno accedere anche i redditi di natura mista.

SGRAVI PER CHI ASSUME - Per tutti i nuovi assunti nel 2015, i datori di lavoro saranno esonerati, per massimo 36 mesi, dal versamento dei contributi previdenziali a loro carico al massimo per 8.060 euro all’anno. Sgravi anche per le assunzioni di lavoratori in mobilità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge di Stabilità 2015: tutte le novità

Today è in caricamento