Venerdì, 30 Luglio 2021
ECONOMIA

La lettera della Grecia all'Europa: "Riforme in cambio del prestito"

Scritta a quattro mani da Tsipras e dal ministro delle Finanze Tsakalatos, che ha preso il posto del dimissionario Yanis Varoufakis, contiene tutte le richieste elleniche in sole trenta righe

lettera Tsipras-2

Solo una trentina di righe in cui viene chiesto un prestito triennale e in cambio vengono promesse una serie di riforme. Questa la proposta della Grecia di Tsipras e del neo ministro Euclid Tsakalatos all'Europa dei creditori, inviata al fondo salva-stati "Esm".

"La repubblica greca è pronta a varare un comprensivo pacchetto di riforme e misure incentrato ad assicurare la sostenibilità del bilancio, la stabilità finanziaria e la crescita economica di lungo periodo". Oltre alle riforme immediate di fisco e pensioni, il governo promette di includere anche delle "misure aggiuntive per rafforzare e modernizzare l'economia". "Per evitare ogni dubbio questa missiva sovrascrive le nostre precedenti richieste inviate nella lettera datata 20 giugno 2015" conclude la lettera. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lettera della Grecia all'Europa: "Riforme in cambio del prestito"

Today è in caricamento