rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
La protesta / Milano

Licenziati 41 facchini: sciopero e picchetto davanti all'azienda

I lavoratori della Unes di Truccazzano (Milano) erano stati allontanati dopo una serie di proteste definite illegittime dalla società. Il sindacato Si Cobas sul piede di guerra

Sciopero con picchetto davanti alla sede Unes di Truccazzano (Milano) per protestare contro i 41 licenziamenti annunciati dalla cooperativa Lgd, azienda subappaltatrice di un gruppo che si occupa di logistica. L’azienda avrebbe recapitato le lettere i licenziamento a 41 facchini dopo che questi avevano  scioperato il 19 e 20 agosto per chiedere il rispetto dei contratti.

Il sindacato Si Cobas, interpellato da MilanoToday, aveva spiegato che le azioni erano state innescate da ammanchi sullo stipendio e da alcune sospensioni cautelari dal lavoro.

La cooperativa aveva spiegato invece che le proteste erano state innescate da "una serie di richieste economiche da parte del sindacato incrementali rispetto al trattamento retributivo garantito dal Ccnl (Contratto collettivo nazionale di lavoro) e da successivi accordi di secondo livello". Richieste che secondo la società sarebbero economicamente insostenibili.  "Non si è trattato di uno sciopero" ma di un "blocco illegittimo di persone e mezzi" aveva fatto sapere Giuseppe Ghezzi, presidente della cooperativa Lgd.

Si è arrivati così nei giorni scorsi al licenziamento da parte dell’azienda di 41 lavoratori. Una decisione, scrive la coop, "arrivata a valle di uno stato di agitazione proclamato su presunte irregolarità, poi cadute alla verifica dei fatti" e dopo " ben 18 blocchi violenti di merci e persone nell’arco di 4 settimane, ad opera di un gruppo di lavoratori".

"Dopo avere sospeso gli scioperanti e dopo sedici giornate di sciopero per ottenere il rientro, Lgd ha finto una trattativa su mediazione della prefettura, per poi mandare le quarantuno lettere di licenziamento", si legge in una comunicazione diffusa da Si Cobas: "Si tratta di una politica antisindacale per avere mano libera nello sfruttamento. La lotta continua fino al rientro dei lavoratori. Gli scaffali dei freschi nei supermercati Unes restano sguarniti". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziati 41 facchini: sciopero e picchetto davanti all'azienda

Today è in caricamento