Giovedì, 4 Marzo 2021

Poche assenze e lavoro di sabato: premi fino a 3mila euro in busta paga per i dipendenti

Il premio aziendale arriverà con la busta paga di luglio a tutti, anche agli interinali. I dipendenti possono anche scegliere di trasformarlo tutto o in parte in beni e servizi welfare

Premio record per i dipendenti di Luxottica. In tutto gli 8.800 dipendenti incasserrano fino a 3mila euro di premio di produzione, che arriverà nel cedolino di luglio. Si tratta del premio di risultato più alto nella storia dell'azienda. 

Il valore medio del premio è di 2.235 euro e andrà a tutti i dipendenti, compresi i contratti a termine, i part time e persino gli interinali. Il premio di risultato 2017 considera diversi fattori di calcolo inviduali, come il livello di assenteismo, l'anzianità aziendale o la presenza nei sabati di flessibilità positiva nelle fabbriche. La determinazione dell'importo finale tiene conto anche di due indici, uno di stabilimento e uno di sostenibilità. Il primo è legato alla realizzazione di progetti sulla sicurezza o sulla qualità mentre il secondo valorizza comportamenti positivi in termini di risparmio energetico, come ad esempio il minor consumo di carta negli uffici. Sommando tutto questo, si può arrivare a 3mila euro.

Servizi e welfare

Ogni lavoratore potrà inoltre valorizzare ulteriormente il premio di risultato scegliendo, a partire già dal mese di maggio, in totale autonomia, di trasformarlo tutto o in parte in beni e servizi welfare, beneficiando della totale esenzione da imposizione fiscale previsto dall'attuale normativa. In questo caso i lavoratori potranno accedere a un vero e proprio menù digitale di beni e servizi flessibili, costruito attorno ai rispettivi bisogni individuali e familiari. Il paniere di opportunità, introdotto lo scorso anno e suddiviso negli ambiti previsti dal legislatore (ad esempio spese per l'istruzione, la famiglia o la cultura e il tempo libero), è costantemente aggiornato per rispondere a specifiche richieste dei lavoratori o a novità normative, e comprende quest'anno anche le spese per il trasporto pubblico per sé e per i figli che utilizzano i mezzi per andare a scuola.

Non solo. Grazie all'accordo firmato l'anno scorso tra l'azienda e le parti sociali, i dipendenti che decideranno di convertire in beni e servizi flessibili il premio vedranno aggiunti un ulteriore 10% sulla somma effettivamente convertita. 

I lavoratri potranno inoltre rivedere la propria scelta di conversione in beni e servizi, chiedendo entro la fine dell'anno l'eventuale liquidazione in denaro del valore residuo no utilizzato oppure l'accantonamento dello stesso all'anno successivo sul proprio "conto welfare" personale, oppure la sua destinazione a un fondo di previdenza complementare per godere dell'ulteriore vantaggio fiscale differito previsto dalla Legge di Bilancio 2017.

Soddisfatti i sindacati per il premio di risultato "frutto della contrattazione integrativa" che "valorizza e premia l'impegno dei lavoratori e le scelte fatte dalle organizzazioni sindacali in fase di trattativa sugli indici e sui meccanismi premianti, riuscendo a valorizzare il buon anno registrato dall'impresa", come hanno ricordato i segretari territoriali di Femca Cisl Nicola Brancher, di Filctem Cgil Denise Casanova e di Uiltec Rosario Martines. Il premio, aggiugono le sigle, è scaduto e "va rinnovato all'interno del contratto integrativo aziendale il cui confronto con l'azienda inizierà a brevissimo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poche assenze e lavoro di sabato: premi fino a 3mila euro in busta paga per i dipendenti

Today è in caricamento