Lunedì, 17 Maggio 2021

Pensioni, cosa cambia con l'accordo Lega 5 stelle: si rilancia la quota 100

Il Movimento 5 stelle e la Lega avevano proposto in campagna elettorale di superare la legge Fornero in un modo praticamente quasi simile: ecco come potrebbe cambiare il sistema pensionistico con un governo Di Maio - Salvini

Lo sblocco politico sulla formazione del nuovo Governo mette nel mirino la Riforma Fornero. Movimento 5 Stelle e Lega hanno quasi portato a termine un programma di governo basato su alcuni temi condivisi nei rispettivi programmi elettorali e uno dei principali punti di contatto tra le due forze politiche è proprio l'abolizione della legge Fornero di Riforma delle pensioni approvata nel 2011 dal Governo Monti.

Il Movimento 5 stelle e la Lega avevano proposto in campagna elettorale di superare la legge Fornero in un modo praticamente quasi simile:

  • maggiore flessibilità in uscita tarata sulla famosa quota 100;
  • la pensione anticipata con 41 anni di contributi a prescindere dall'età anagrafica per tutti i lavoratori. Senza penalizzazioni.
  • Bocciate inoltre le misure di flessibilità introdotte dal Governo Renzi.

Che cosa è la quota 100

Movimento 5 stelle e Lega puntano sul tarare il momento dell'uscita dal lavoro sulla quota 100, ovvere il valore determinato dalla somma dell'età anagrafica e anzianità contributiva

Come mette in evidenza il portale specializzato PensioniOggi resta da sciogliere però il rebus su come declinare l'asticella per accedere alla quota 100 definendo quel minimo di età e contribuzione necessaria per centrare la combinazione richiesta (es. 60 anni e 40 anni di contributi, 62 anni e 38 anni di contributi, 64 anni e 36 anni di contributi).

Addio alla Fornero? Cosa può cambiare col governo Lega-M5s

Un Governo Lega-M5S potrebbe poi provvedere ad una proroga dell'opzione donna e la nona salvaguardia pensionistica provvedimenti che hanno trovato una certa resistenza con la precedente maggioranza parlamentare.

Sicuramente sarà invece messo mano al meccanismo di adeguamento automatico dell'età pensionabile all'aspettativa di vita

La revisione potrebbe cominciare dalla platea di lavoratori impegnati in attività usuranti i cui requisiti per il pensionamento dovranno essere raccordati con le modifiche proposte.

Tra le "vittime designate" il meccanismo dell'ape sociale ed il beneficio contributivo per i precoci che a quel punto non avrebbero più ragione di esistere.

E chi attende l'ape volontario?

L'anticipo pensionistico, per cui sono sufficienti, 20 anni di contribuzione ed un'età di 63 anni, potrebbe confluire a flessibilizzare l'uscita per quei lavoratori che hanno un minore requisito contributivo. Che altrimenti dovrebbero attendere l'età di vecchiaia, 67 anni. Con oneri però a loro carico.

Il pacchetto tuttavia si annuncia comunque molto costoso, circa 10miliardi l'anno. Non a caso è si è fatta sentire la voce del Quirinale che citando Einaudi ha lanciato un monito deciso alle proposte "non supportate da risorse finanziarie certe"

Cosa sappiamo fino ad ora del contratto tra Lega e 5 stelle

Il video del "conclave legastellato" e il commento del capo politico del movimento 5 stelle: "Non è un'alleanza ma un contratto di governo tra due forze politiche alternative"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

contratto-3

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensioni, cosa cambia con l'accordo Lega 5 stelle: si rilancia la quota 100

Today è in caricamento