Assegno unico, pensioni e tasse: cosa c'è nella nuova Manovra

La Legge di Bilancio vale 40 miliardi, 23 miliardi di spese in deficit e 17 di fondi Ue: ecco quali sono le principali novità della manovra approvata dal Cdm e adesso attesa in Parlamento

Foto di repertorio

Salvataggio delle pensioni, l'assegno unico per i figli già da luglio, il taglio del cuneo fiscale a regime per i redditi entro i 40mila euro, lo stop di 6 mesi all'entrata in vigore di plastic e sugar tax: queste sono soltanto alcune delle misure che il Governo ha introdotto con la Legge di Bilancio approvata la scorsa dal Consiglio dei ministri ed ora attesa in Parlamento. 

Il governo ha dato luce verde anche al Documento programmatico di bilancio da notificare a Bruxelles, in ritardo rispetto al termine del 15 ottobre. Con un dl collegato alla manovra arriveranno le misure del pacchetto Lavoro chiamato a sciogliere il nodo dello stop al blocco dei licenziamenti e la proroga della cassa integrazione Covid.

Una manovra da 40 miliardi

La manovra 2020 vale circa 40 miliardi di euro: 23 miliardi di spese in deficit in linea con la moratoria Ue ai vincoli sul Patto di Stabilità e circa 17 miliardi di fondi Ue del recovery plan.

Assegno unico per i figli da luglio

Il piatto forte della Legge di Bilancio è l'assegno unico per ogni figlio dal settimo mese di gravidanza fino al ventunesimo anno di età. La misura scatta il prossimo luglio e porterebbe un sostegno mensile tra i 200 e i 250 euro a figlio per 11 milioni di famiglie, in base all'Isee. L'operazione impatta sul bilancio 2021 per circa 3 miliardi (6 mld di euro dal 2022 quando sarà a regime sui 12 mesi) ai quali aggiungere le risorse del riordino degli attuali aiuti per la famiglia.

Cuneo fiscale

Il bilancio mette a regime per il 2021 il taglio delle tasse sul lavoro per i redditi entro i 40mila euro avviato a luglio. Costo circa 2 miliardi aggiuntivi. L'intervento rappresenta il primo passo della riforma Irpef che partirà nel 2022 per una maggiore semplicità ed equità del sistema.

Rinvio per plastic tax e sugar tax

Rinvio al primo luglio 2021 della plastic e la sugar tax che dovevano scattare il primo gennaio. In trincea contro le tasse della 'discordia' Italia Viva che nelle riunioni di maggioranza aveva chiesto la cancellazione netta minacciando in caso contrario di non votare il Documento programmatico di bilancio.

Un Fondo per le imprese

Fondo da 4 miliardi di euro per sostenere i settori maggiormente colpiti dall'emergenza coronavirus, turismo e ristorazione ma anche commercio e spettacolo.

La cassa integrazione

Estensione della cassa integrazione fino a marzo 2021 e fine dello stop dei licenziamenti a partire dal primo gennaio del prossimo anno. Resterà il divieto di licenziare per le aziende che usano gli ammortizzatori straordinari. Sulla questione è però in corso la trattativa tra il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri e i sindacati.

Taglio dei contributi al Sud Italia

 Introdotta con il decreto Agosto, il Bilancio riconferma con oltre 5 miliardi il taglio contributivo del 30% sulle assunzioni al Sud che scadrebbe il 31 dicembre. Incentivi per giovani e donne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pensioni 'salve'

Pensioni al riparo dalla contrazione della crescita. Il governo stanzia 200 milioni per sterilizzare gli effetti negativi del forte calo del Pil sugli assegni pensionistici, rafforza l'Ape sociale e prolunga Opzione donna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Verso il coprifuoco alle 22 in tutta Italia

  • Raimondo Todaro: "Con Elisa Isoardi sempre più uniti, ma in ospedale con me c’era la mia ex moglie"

  • Dpcm 18 ottobre: le nuove misure della stretta in arrivo oggi

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Fa la spia perché il vicino non rispetta la regola dei 6 in casa e finisce malissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento