rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Manovra 2022

Superbonus e bonus a pioggia, 150 milioni per le "mancette" dei partiti: tutte le novità della Manovra 2022

Eliminato il tetto Isee per accedere al Superbonus edilizio, tra le ultime modifiche accolte ci sono i più popolari interventi annunciati dai partiti e altre "mancette" elettorali: ecco come verranno spesi i 150 milioni a disposizione per i mini-ritocchi alla legge di bilancio.

Dopo la (consueta) maratona di fine anno che accompagna l'approvazione del disegno di legge bilancio, la Manovra 2022 approda in Aula al Senato al termine delle votazioni in commissione Bilancio. Poi sarà in aula tra il 27 e 28 dicembre alla Camera con i deputati costretti ad approvare il testo senza poterlo modificare pena l'esercizio provvisorio: l'ipotesi è che si chiuda l'anno con un voto di fiducia al Governo proprio il 31 dicembre. Tra le ultime modifiche accolte ci sono i più popolari interventi annunciati dai partiti e altre "mancette" elettorali sparse nel testo sempre più simile a un libro dei sogni. Ma andiamo per ordine cercando di fare un po' di luce su come verranno spesi i 150 milioni a disposizione dei gruppi parlamentari per i mini-ritocchi alla legge di bilancio. 

  • Superbonus per tutto il 2022, unico 'paletto' 30% dei lavori entro Giugno

Prorogato per tutto il 2022 il Superbonus, riaperto anche per le seconde case e, come atteso, la commissione bilancio del Senato ha approvato l'emendamento riformulato dal governo che elimina il tetto Isee (era 25.000 euro di reddito per le villette unifamiliari) quale vincolo per accedere al credito d’imposta del 110% prevedendo solo uno stato di avanzamento lavori del 30% al 30 giugno 2022. Tra le misure approvate anche la proroga al 2025 del superbonus rafforzato per gli interventi nelle aree colpite da eventi sismici a partire dal 2009. Inoltre il superbonus si applicherà anche agli impianti solari fotovoltaici fino a 48 mila euro di spesa. Invece il decreto antifrodi non si applicherà agli interventi in edilizia libera inferiori ai 10 mila euro e le nuove spese di asseverazione e conformità saranno ammesse al beneficio dei vari bonus edilizi.

  • Il bonus del 75% per abbattere le barriere architettoniche

Tra le novità in arrivo è la detrazione del 75% per abbattere le barriere architettoniche nelle abitazioni private per tutto il 2022. Il bonus -ripartito in cinque quote annuali - ha un tetto di spesa fino a 50mila euro per gli edifici unifamiliari, 40mila euro per le unità immobiliari condominiali che abbiano fino a 8 appartamenti, 30mila euro per quelle superiori a otto appartamenti. Il bonus spetta anche per gli impianti di automazione che servono ad abbattere le barriere architettoniche.  

  • Bonus mobili: raddoppiato il tetto di spesa nel 2022 passa da 5.000 a 10.000 euro

Sempre per restare in tema di edilizia e ristrutturazione, è stato rinnovato il bonus mobili che anzi raddoppia: il tetto di spesa nel 2022 passa da 5.000 a 10.000 euro

  • Altri 180 giorni per il pagamento delle cartelle esattoriali

Tra le misure approvate anche l’allungamento a 180 giorni il termine per il pagamento delle cartelle notificate nel primo trimestre del 2022.

  • Arriva il part-time ciclico verticale

Approvato il part-time ciclico verticale che consente alle lavoratrici e ai lavoratori impiegati con questa tipologia contrattuale di ottenere l'indennità di disoccupazione per quei periodi dell'anno in cui non lavorano. Il fondo da 30 milioni servirà a finanziare la Naspi fino a un massimo di 13 settimane, così da assicurare e garantire un sostegno economico adeguato a quanti, proprio in ragione del contratto applicato, non lavorano in alcuni periodi dell'anno, come, ad esempio, nel caso degli addetti alle mense scolastiche

  • Il sostegno ai birrifici artiganali

Approvato l'emendamento a sostegno del comparto brassicolo nazionale: per i piccoli birrifici artigianali con una produzione sino a 10mila ettolitri arriva lo sconto sulle accise sino al 50%; per chi produce sino a 30mila ettolitri sarà pari al 30% mentre, per le imprese sino a 60mila ettolitri lo sconto arriva al 20%. Al contempo, l'emendamento prevede anche una graduale riduzione d'accisa, sino a scendere a 2,90 euro per ettolitro e per grado Plato nel 2023.

  •  20 milioni di euro all'Autodromo di Monza

Approvato l'emendamento della Lega che destina 5 milioni per il 2022 e 15 milioni per il 2023 per ammodernare l'Autodromo di Monza in occasione dei 100 anni dell'impianto definito "monumento nazionale dell'automobilismo italiano" e per il Gran Premio di F1.  

  • 40 milioni di euro per i vaporetti di Venezia

Approvata la richiesta di Forza Italia che porta 40 milioni di euro (15 nel 2022, 19 nel 2023 e 6 nel 2024) per i trasporti di Venezia piegati dall'emergenza sanitaria che ha ridotto drasticamente il numero dei turisti nella città lagunare.

  • Sostegno agli artigiani di Murano

Approvato l'emendamento sostenuto dal segretario della Lega Matteo Salvini per la costituzione di un fondo di 5 milioni di euro a sostegno degli artigiani della ceramica e del vetro di Murano per fronteggiare il caro bollette del gas.

  • 37 milioni per il Biotecnopolo di Siena

Approvato l'emendamento che costituisce il Biotecnopolo di Siena, con un finanziamento di 37 milioni per i primi tre anni (9-12-16) e poi 16 milioni a regime ogni anno a partire dal terzo. Sono soci fondatori il ministero dell'Economia e delle finanze, il ministero della Salute, il ministero dell'Università e della ricerca, l'Università di Siena, il Cnr, la Fondazione Toscana Life Sciences, la Regione Toscana e gli enti locali della provincia di Siena. Per il segretario del Pd Enrico Letta, deputato del Collegio Toscana XII che ha lavorato negli ultimi mesi per promuovere l'iniziativa, è "una svolta decisiva per la città di Siena e per il settore delle scienze della vita che andrà a beneficiare anche le realtà economiche e sociali del territorio".

  • 9 milioni per il centenario di Puccini

Approvato lo stanziamento di 9 milioni e mezzo di euro per il finanziamento della celebrazione del centenario della morte di Giacomo Puccini per consentire a Lucca e Viareggio una nuova valorizzazione del musicista toscano. Altri 400mila euro vengono assegnati per il centenario della morte di Giacomo Matteotti e altrettanti per il centenario dalla nascita di Pierpaolo Pasolini. Un milione è poi destinato alle celebrazioni del pittore Pietro Vannucci, conosciuto come "Il Perugino".

  • 10 milioni per il tassile pratese

Arriva un contributo di 10 milioni di euro al Comune di Prato per il sostegno economico alle imprese del settore tessile del distretto industriale pretese.

  • Un milione di euro per Brescia e Bergamo

Approvata in commissione la proposta della Lega per destinare fondi alle città di Brescia e Bergamo, capitali italiane della cultura per il 2023.  

  • L'aiuto per la fibromialgia

Approvata una proposta di Italia Viva che istituisce un fondo da 5 milioni per diagnosi e cura della fibromialgia. 

  • Il rinverdimento del Salento

Approvato l'emendamento che lega il reimpianto in Salento anche di specie vegetali diverse dagli ulivi estirpati ma riconosciute come tolleranti e resistenti alla Xylella, superando il vincolo di specie, derogando quindi alle disposizioni vincolistiche.

  • La carica degli assistenti sociali

Fino al 2026, ogni Comune italiano potrà assumere un assistente sociale ogni 6.500 abitanti come richiesto dall'emendamento a firma dei senatori M5s.?

Nel nutrito elenco dei “gettoni” fino a un milione di euro si rincorrono i contributi per molte altre fondazioni e associazioni: 250mila euro all’Istituto Filippo Cremonesi e alla Fish (la Federazione italiana per il superamento dell’handicap), 200mila per la Fondazione Franco Zeffirelli onlus, 350mila alla Fondazione Anna Milanese all’Associazione “I Sud del Mondo” e al centro studi Salvo D’Acquisto. Altri 125mila dovrebbero arrivare all’Accademia Galileiana di scienze, lettere e arti di Padova per la riqualificazione della sede monumentale, 200mila alla Biblioteca italiana ipovedenti onlus di Treviso e 250mila per contribuire all’attività dell’associazione denominata Fondazione Antonino Scopelliti di Reggio Calabria. Sempre sotto la soglia del milione di euro restano i finanziamenti per la messa in sicurezza della chiesa di San Pietro in Colle nel Comune di Caldiero, in provincia di Verona (350mila euro), per gli Special Olympics Italia (300mila), e per il Giro d’Italia giovani under 23 (600mila). Nella lista, con 600mila mila euro, c’è anche la riqualificazione dei campi sportivi dell’Istituto Pietro Mennea di Barletta.

Anche la musica è notoriamente nelle corde dell’attività dei parlamentari. Oltre al consueto contributo alla Fondazioni lirico sinfoniche, 500 milioni l’anno per il prossimo triennio dovrebbero essere distribuiti tra varie Associazioni musicali: associazione Senzaspine, associazione musicale Gasparo da Salò Soundiff-Diffrazioni sonore, i Filarmonici di Benevento, l’ensemble Mare nostrum, associazione Filharmonie e l’Orchestra dei giovani europei.

  • Il vaccino per sterilizzare i cinghiali

Ultimo degno di nota ra i capitoli di spesa c'è anche la destinazione di 500mila euro per sperimentare il vaccino “immuno contraccettivo” GonaCov con l’obiettivo di contrastarne la proliferazione dei cinghiali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superbonus e bonus a pioggia, 150 milioni per le "mancette" dei partiti: tutte le novità della Manovra 2022

Today è in caricamento