Sabato, 17 Aprile 2021
Verona

Melegatti, "miracolo di Natale": ritirata la cassa integrazione

I lavoratori potranno produrre altri 5000 pandori, per rispondere alla domanda dei tanti consumatori che in queste settimane hanno deciso di sostenere lo storico marchio veronese

Niente cassa integrazione in Melegatti. Vista la domanda dei consumatori a sostegno del marchio storico veronese, è stata decisa la messa in produzione di altri 5000 pandori, come rivela Il Corriere della Sera.

Ma non c'è tempo per portare tutti i pandori nei supermercati e quindi i 5000 pezzi saranno venduti nello spaccio aziendale di San Giovanni Lupatoto, che ancora ieri ha continuato a ricevere le visite di potenziali acquirenti disposti ad acquistare i prodotti per sostenere il rilancio di Melegatti.

Melegatti, il miracolo di Natale è arrivato: venduti 1,5 milioni di pandori 

Soddisfatti i sindacati: "Ora ci aspettiamo un piano serio e affidabile, all'altezza della storia e delle potenzialità del marchio oltre che della responsabilità che hanno dimostrato fin qui i lavoratori", dice Maurizio Tolotto, della Fai Cisl di Verona. 

Restano infatti ancora numerose incognite (oltre ai tre mesi di stipendi arretrati per i dipendenti), su tutte la ristrutturazione del debito, la cui proposta per il piano di rientro è stata depositata il 7 novembre e nei prossimi mesi dovrà essere valutata e accettata dalla maggioranza dei creditori (60%).

La notizia su VeronaSera

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Melegatti, "miracolo di Natale": ritirata la cassa integrazione

Today è in caricamento