Mercoledì, 17 Luglio 2024
Economia Verona

La Melegatti è salva: l'azienda riparte con un nuovo proprietario

Dopo un lungo calvario l'azienda veronese riparte: Giacomo Spezzapria è il nuovo presidente

Finalmente una bella notizia per la Melegatti. L'azienda veronese del pandoro riparte dopo il fallimento con un nuovo proprietario: la newco che fa capo alla famiglia Spezzapria. A deciderlo è stato il Tribunale di Verona. "Da oggi lavoreremo per realizzare la squadra necessaria a rilanciare uno dei brand più importanti dell'alimentare italiano e per riaprire lo stabilimento produttivo", annuncia Denis Moro, il manager che, per conto dell'impresa acquirente, ha ricevuto dal Tribunale la definitiva aggiudicazione dello storico marchio.

"Finalmente - dice Moro - recuperiamo uno dei marchi che ha reso grande la nostra terra e che ha contribuito alla convivialità delle famiglie italiane per oltre 120 anni. Solo la sensibilità verso le origini e le tradizioni della famiglia Spezzapria, assieme ad un non trascurabile coraggio industriale teso a rilanciare l'occupazione e lo sviluppo territoriale, hanno consentito di tutelare l'integrità e l'italianità del marchio che ha fatto la storia del mondo dolciario".

Unico investitore dell'operazione, riferisce Moro, è una newco della famiglia che fa capo a Roberto Spezzapria che ha acquisito sia il brand Melegatti che lo stabilimento produttivo, nell'ottica di un intervento organico che non separi il marchio dallo stabilimento, dai dipendenti e dalla sua storia. Il presidente della newco è Giacomo Spezzapria, figlio dell'imprenditore Roberto Spezzapria. L'operazione è stata realizzata grazie al prezioso supporto di Carnelutti Studio legale Associato.

"Amiamo il nostro territorio, le sue tradizioni ed è per noi motivo di grande orgoglio contribuire a preservare le sue eccellenze produttive", dichiara Giacomo Spezzapria, nuovo presidente della Melegatti. Giunta alla quinta generazione imprenditoriale la famiglia di Roberto Spezzapria vanta diversi interessi nel mondo industriale. Già presenti nella filiera del packaging alimentare - con la Eriplast Spa e la Fucine Film Spa - ora con l'acquisizione della Melegatti realizzano una efficiente integrazione verticale. Inoltre, attraverso le competenze e le esperienze della figlia Giuditta Spezzapria, coltivate negli anni vissuti in Spagna e culminati con il titolo di 'Pastry Chef', la Melegatti è pronta ad implementare le necessarie innovazioni di processo e di prodotto.

"Come dimostra la nostra storia imprenditoriale - prosegue Giacomo Spezzapria - siamo sempre convinti che siano le persone a fare le imprese e dunque incontreremo al più presto gli organismi rappresentativi dei lavoratori sia interni che esterni. La nostra strategia per Melegatti punta a riportare il prima possibile sia in Italia che all'estero il famoso pandoro, il panettone e i vari prodotti dolciari. Attraverso un piano di sviluppo miriamo a far crescere l'azienda caratterizzandola per la continua ricerca delle migliori soluzioni innovative. Siamo pronti a scrivere nuovi capitoli della storia della Melegatti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Melegatti è salva: l'azienda riparte con un nuovo proprietario
Today è in caricamento