Mps, condanne a raffica per gli ex vertici

I giudici hanno condannato gli imputati per le presunte irregolarità nelle operazioni servite per occultare le perdite dovute all'acquisto di Antonveneta. Sette anni e sei mesi all'ex presidente Mussari

Foto di repertorio

Gli ex vertici della banca Monte dei Paschi di Siena, imputati nel processo per le presunte irregolarità in operazioni finanziarie che, dal dicembre 2008 al settembre 2012, sarebbero servite a occultare le perdite causate dall’acquisto di Antonveneta, sono stati tutti condannati dai giudici del tribunale di Milano. L'operazione, risalente a 11 anni fa, ebbe un costo di 10 miliardi di euro.

Mps, condannati gli ex vertici

In particolare sono stati condannati l'ex presidente Giuseppe Mussari (7 anni e 6 mesi), l'ex dg Antonio Vigni (7 anni e 3 mesi) l'ex responsabile area finanza Gianluca Baldassarri (4 anni e 8 mesi) e 5 anni e 3 mesi sono stati dati a Daniele Pirondini (ex direttore finanziario).I capi di imputazione vanno dalle false comunicazioni sociali all’aggiotaggio all’ostacolo all’Autorità di vigilanza.

La banca senese uscì dal processo con un patteggiamento nel 2016. Oggetto del processo, in particolare, sono state le operazioni sui derivati Santorini e Alexandria, sul prestito ibrido Fresh e sulla cartolarizzazione Chianti Classico. Operazioni che secondo l’accusa, rappresentata dal pm Giordano Baggio, sarebbero state utilizzate per nascondere perdite per oltre 2 miliardi di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mps, confische per oltre 150 milioni di euro

Oltre alle 13 persone sono state condannate anche le tre società: Nomura e la sede di Londra e la sede centrale di Deutsche. In particolare la confisca per Nomura è stata fissata in 88 milioni di euro, 64 per Deutsche. Multa di 3 milioni per quest'ultima, e di 3,45 per Nomura. Oggetto del processo, in particolare, sono state le operazioni sui derivati Santorini e Alexandria, sul prestito ibrido Fresh e sulla cartolarizzazione Chianti Classico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollette, la (bella) sorpresa della fase 2 e questa volta vale per tutti

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 26 maggio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 23 maggio 2020

  • Luca Pitteri, ex prof di Amici, ha sposato una allieva del talent (FOTO)

  • Test sierologici, solo 1 su 4 finora ha detto sì: "Se ricevete una chiamata da questo numero rispondete"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 28 maggio 2020

Torna su
Today è in caricamento