rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
LAVORO

Naspi, al via dal primo maggio il sussidio per chi ha perso il lavoro

L'indennità non potrà superare i 1.300 euro al mese e verrà ridotta del 3% al mese dopo i primi quattro. Ecco chi ne ha diritto

Parte il primo maggio la "nuova assicurazione sociale per l'impiego" (Naspi). E' il nuovo ammortizzatore sociale nato con l'approvazione del Jobs Act e, almeno nei piani del governo, sarà la ciambella di salvataggio per i lavoratori dipendenti italiani che resteranno senza lavoro.

Ne hanno diritto tutti coloro che perdono l'impiego dal primo maggio e che hanno cumulato almeno 13 settimane di contribuzione negli ultimi 4 anni di lavoro ed almeno 18 giornate effettive di lavoro negli ultimi 12 mesi.  

La platea di beneficiari comprende anche gli apprendisti, gli artisti con contratto di lavoro dipendente e i soci lavoratori di cooperative di produzione lavoro. 

La Naspi avrà una durata massima di due anni al termine dei quali sarà possibile avere una proroga al sostegno: l'indennità non potrà superare i 1.300 euro al mese e verrà ridotta del 3% al mese dopo i primi quattro.

Attualmente però non è ancora possibile presentare domanda di Naspi. Bisogna infatti attendere la pubblicazione della relativa circolare attuativa dell’Inps (che comunque salvo sorprese dovrebbe arrivare a giorni).

ASDI - Viene introdotto in via sperimentale, per quest'anno, l'Asdi, assegno di disoccupazione che verrà riconosciuto a chi, scaduta la Naspi, non ha trovato impiego e si trovi in condizioni di particolare necessità. La durata dell'assegno, che sarà pari al 75% dell'indennità Naspi, è di 6 mesi e verrà erogato fino ad esaurimento dei 300 milioni del fondo specificamente costituito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Naspi, al via dal primo maggio il sussidio per chi ha perso il lavoro

Today è in caricamento