rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Token mania

Nft, che cosa sono e cosa possono diventare

Miramax fa causa a Quentin Tarantino per gli NFT di Pulp Fiction. Cosa sono i token non fungibili

Avete mai sentito parlare di Nft? Probabile, ma vista la complessità dell’argomento è meglio ricordare che cosa sono. E vedere, in futuro, cosa potrebbero diventare.

Nft è l'acronimo del termine Non-Fungible Token, che tradotto vuol dire “token non fungibili”. Gli Nft sono un insieme di informazioni digitali presenti all'interno di una blockchain, quella delle criptovalute per intenderci, che conferisce ad un determinato soggetto diritti di proprietà associate ad un media, che ne attestano l’autenticità. Dei gattini virtuali, tanto per fare un banale esempio, ricordando al contempo da dove sono effettivamente nati i token non fungibili.

Miramax fa causa a Quentin Tarantino per gli NFT di Pulp Fiction

Perché abbiamo deciso di tornare a parlare di Nft? Perché la casa di produzione cinematografica Miramax ha fatto causa a Quentin Tarantino per impedirgli di cedere come token non fungibili pagine della sceneggiatura mai inserite nel montaggio finale del film cult “Pulp Fiction”, prodotto dalla stessa nel 1994.

Miramax pronta a difendere tutti i diritti relativi ai token non fungibili

Il famoso regista, sceneggiatore, attore e produttore cinematografico statunitense è stato accusato di violazione del copyright e di violazione del contratto. Secondo la Miramax, infatti, Tarantino starebbe cercando di “sfruttare, in modo unilaterale, i diritti di Miramax su Pulp Fiction”.

“È stato profondamente deludente apprendere di questo deliberato, premeditato, tentativo di incasso da parte del team di Tarantino per eludere unilateralmente i diritti di Miramax su Pulp Fiction attraverso lo sviluppo, la promozione e la distribuzione illecita di NFT”, ha affermato Bart Williams partner dello studio legale scelto dalla Miramax.

NFT, cosa possono diventare?

In realtà i token non fungibili stanno conquistando interi settori economici, dalla musica, all’arte, al settore cinematografico e televisivo. Basti sapere che una serie animata “Stoner Cat” ha raccolto ben 8,4 milioni di dollari alla fine di luglio in una vendita di NFT, assegnando il diritto esclusivo ai titolari dei token di guardare gli episodi, per un totale di non più di 35 minuti di video.

Una moda oppure il futuro? Sono in molti a scommettere sulla seconda opzione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nft, che cosa sono e cosa possono diventare

Today è in caricamento