rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Ipotesi

Nuovo "bonus famiglia" per le bollette di luce e gas: come funziona

Dovrebbe incentivare il risparmio energetico, come annunciato da Giorgetti. Secondo indiscrezioni, si tratterebbe di un bonus legato ai consumi: meno consumano le famiglie e maggiore sarà l'importo stanziato dal governo. Ma ci sono criticità e le associazioni di consumatori predicano cautela

Mancano solo 20 giorni a fine marzo. E fine marzo, al momento, vuol dire stop agli sconti sulle bollette finanziati dal governo attraverso l'azzeramento degli oneri di sistema e la riduzione dell'Iva: un provvedimento oneroso, servono quasi 4,5 miliardi di euro a trimestre.

Il governo Meloni sta studiando una serie di misure che partono dal bonus famiglia a partire dal primo luglio sulla base dei consumi per arrivare al rinnovo del bonus sociale. Per le imprese ci sarà credito d'imposta modulato sui prezzi energetici. "Stiamo facendo una valutazione in questi giorni in raccordo con il ministero dell'Economia che tiene i cordoni della borsa", ha detto il ministro dell'Ambiente e della Sicurezza energetica Gilberto Pichetto a Sky TG24, aggiungendo che "questo influirà nell'inserire anche tutto, in parte o nulla i cosiddetti oneri di sistema nella bolletta. Per un nuovo intervento bisogna andare con cautela".

Cosa farà Meloni contro il caro bollette

Qual è il piano di Meloni contro il caro bollette? Primo, rinnovare il bonus sociale (con l'attuale soglia Isee di 15 mila euro) che ha visto coinvolti oltre 8 milioni di utenti (5 milioni per la luce e 3,5 per il gas).

Il nuovo bonus famiglie, invece, dovrebbe incentivare il risparmio energetico, come annunciato dal ministro dell'Economia, Giancarlo Giorgetti. Secondo indiscrezioni di stampa, si tratterebbe di un bonus legato ai consumi: meno consumano le famiglie e maggiore sarà il bonus stanziato dal governo. C'è poco tempo però per articolare nei dettagli un provvedimenti così complesso. Potrebbe non diventare realtà prima di luglio, in attesa però delle proiezioni di fattibilità di Arera.

Il nuovo bonus per le bollette

Il nuovo bonus prevederebbe la divisione in due parti del valore delle bollette: una calcolata sul prezzo attuale di mercato e l’altra sul prezzo calmierato.

Predica cautela e non nega che ci sia scetticismo il presidente dell'Unione nazionale consumatori, Massimiliano Dona: "No a prese in giro dei consumatori! È di tutta evidenza che se gli sconti restassero solo per chi consumerà meno rispetto a quest’anno, si tratterebbe di un escamotage e una scusa per non rinnovare il taglio fiscale delle bollette. Siccome quest’anno è stato l'inverno più caldo di sempre, gli italiani hanno acceso i riscaldamenti per 15 giorni in meno e un'ora al giorno in meno per via dei provvedimenti di Cingolani, nessuna famiglia sarà in grado di risparmiare sui consumi di gas di questa stagione termica. Senza contare che, viste le bollette da infarto, tutti hanno già compiuto miracoli per risparmiare sia sulla luce che sul gas".

Per le famiglie con fasce di reddito più basse, l'esecutivo è intenzionato a confermare il bonus sociale con le attuali soglie Isee. Il tempo stringe. Senza un rinnovo dei tagli le riduzioni delle tariffe registrate nell'ultimo periodo verrebbero totalmente vanificate dal rialzo della tassazione. Basti pensare che, sulla base delle attuali tariffe in vigore, lo stop agli sconti previsti fino al prossimo 31 marzo farebbe aumentare le bollette del gas del +58% già da aprile, quelle della luce del +27%. La fine degli aiuti a imprese e famiglie vanificherebbe il calo evidente negli ultimi mesi dei costi della materia prima.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo "bonus famiglia" per le bollette di luce e gas: come funziona

Today è in caricamento