rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Economia

I fondi Usa "fanno la spesa" in Italia: maxi offerta per i treni veloci di Ntv-Italo

Il fondo americano Global Infrastructure Partners III Funds punta ad acquistare i treni Italo. Lo rende noto la stessa Italo comunicando di aver ricevuto una offerta vincolante che sfiora i due miliardi: 1,9 miliardi di euro più i debiti (450 milioni di euro)

I treni italiani nelle mire dei fondi Usa. Il fondo americano Global Infrastructure Partners III Funds punta ad acquistare i treni Italo.  Lo rende noto la stessa Italo comunicando di aver ricevuto una offerta vincolante da parte del fondo per l'acquisto dell'intero capitale sociale di Italo ad un corrispettivo equity value di Euro 1,9 miliardi. L’offerta del fondo sfiora quindi i due miliardi: 1,9 miliardi di euro più i debiti (450 milioni di euro).

Maxi offerta dagli Usa per i treni Italo

L'offerta scade alle ore 17.00 del 7 febbraio 2018. Italo ha fissato un Consiglio di Amministrazione per il 6 febbraio 2018 alle ore 15.00 per valutare lo stato del processo finalizzato alla quotazione e per esperire le verifiche di propria competenza in merito all'Offerta. . Solo due settimane fa, Italo ha presentato domanda per l'ammissione alla quotazione in Borsa di Milano , stimando di portarla a termine entro la fine di febbraio.

L'offerta del fondo americano prevede la facoltà dei destinatari della medesima di reinvestire fino ad un massimo del 25% dei proventi derivanti dalla vendita alle stesse condizioni dell'eventuale acquisto da parte di GIP. A tale possibilità di reinvestimento possono aderire uno o più destinatari dell'Offerta, fermo restando il limite massimo del 25%e quindi in modo che, all'esito dell'eventuale reinvestimento, GIP sia titolare di una partecipazione non inferiore al 75%.

La posizione di Montezemolo e Cattaneo

Inoltre la concessione di una opzione di vendita avente ad oggetto l'intero reinvestimento, esercitabile quanto al 50% del reinvestimento al terzo anno e quanto al rimanente 50% al quinto anno, a condizioni predefinite; l'auspicio che l'attuale Presidente (Luca Cordero di Montezemolo) e Amministratore Delegato (Flavio Cattaneo) mantengano i rispettivi ruoli in Italo; la disponibilità a valutare, successivamente all'eventuale perfezionamento dell'acquisto, un piano di incentivazione diretto a dirigenti e dipendenti.

L'offerta è condizionata: alla definizione di una documentazione contrattuale di reciproca soddisfazione per tutte le parti. L'offerta reca in allegato una bozza di contratto di compravendita che GIP ha dichiarato di essere pronta a sottoscrivere e che prevede le stesse condizioni per tutti i potenziali venditori, e all'ottenimento dell'autorizzazione da parte dell'Autorità della Concorrenza Europea. GIP ha specificato nella lettera di non avere investimenti in Europa nel settore del trasporto ferroviario che possano pregiudicare l'ottenimento della suddetta autorizzazione.

I nuovi pendolini Italo (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I fondi Usa "fanno la spesa" in Italia: maxi offerta per i treni veloci di Ntv-Italo

Today è in caricamento