rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
ECONOMIA

Addio costi extra per i pagamenti con carta di credito e bancomat: cosa cambia

Una direttiva Ue mette la parola fine alle sgradevoli sovrattasse sui pagamenti con carta, bonifici e addebiti diretti

Stop ai costi extra per i pagamenti effettuati on line con carta di credito, e addio anche agli addebiti se decidiamo di pagare “con carta” nei negozi al di sotto di una certa soglia definita dal commercianti. Come riferisce EuropaToday, nel fine settimana è entrata infatti in vigore la revisione della direttiva Ue sui servizi di pagamento che mette la parola fine alle sgradevoli sovrattasse sui pagamenti con carta, bonifici e addebiti diretti. 

Pagamenti con carte di credito e debito, cosa cambia

In sostanza, anche quando si decide di pagare una cifra irrisoria con la propria carta (sia di credito che di debito), i commercianti non potranno più esigere un sovrapprezzo. Fino ad ora era infatti abbastanza comune per i consumatori dover pagare un costo extra per l'utilizzo di una particolare carta di debito o di credito o perché un negoziante riteneva l’importo troppo basso per essere pagato con la carta. 

Per non parlare delle compagnie aeree che spesso in caso di pagamenti on line applicavano una “sovrattassa” di diversi euro sui pagamenti. Con le nuove norme nessuno (o quasi) potrà chiedere più costi extra ai consumatori.

Le eccezioni

In realtà, come spiega ancora EuropaToday, ci sono comunque delle eccezioni. In alcuni Stati membri, lo stop alle commissioni non si applica ai pagamenti con American Express o PayPal e l'applicazione di un divieto totale è lasciata alla discrezione dei governi nazionali. Si stima comunque che grazie alle nuove norme non ci saranno più addebiti nel 95% dei pagamenti per un risparmio complessivo di 500 milioni di euro, a tutto vantaggio dei consumatori. 

Le nuove misure contro le frodi

L'Ue ha inoltre introdotto nuove misure contro possibili frodi. Nei negozi, se una transazione fraudolenta viene effettuata per conto del titolare della carta prima che la carta venga denunciata come smarrita o rubata, il consumatore è ora responsabile solo per i primi 50 euro, mentre prima l'importo ascendeva a 150 euro. La responsabilità on line è invece zero se la banca non ha richiesto un controllo di identità.

"I consumatori di tutta Europa - sottolinea in una nota Monique Goyens, direttore generale del BEUC, l'Organizzazione europea dei consumatori - saranno felici di essersi liberati di questi irritanti sovraccarichi. I supplementi alla carta significava che pagavi per pagare, e non hai mai saputo cosa stavi pagando fino alla fase finale della transazione.

La notizia su EuropaToday

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio costi extra per i pagamenti con carta di credito e bancomat: cosa cambia

Today è in caricamento